16864568_10211733604365740_702089683503845827_n

#MFW: tutti alla Milano Fashion Week grazie al web e ai social network

Per gli appassionati di moda, febbraio vuol indicare solo una cosa: Fashion Month. Dall’8 febbraio sino alla fine del mese, infatti, verrà presentata la nuova collezione autunno/inverno 2018. New York, Londra, Milano e Parigi rappresentano il poker-fashion, settimana dopo settimana si passeranno il testimone. In Italia arriverà proprio oggi, il 22 febbraio per poi approdare…

credit-guest-blog

Start up: occasione (non solo) per i giovani per dare forma ai propri sogni – Parte I

Voglia di auto-realizzazione, coraggio e desiderio di mettersi in gioco, volontà di sperimentare, di far parte di un progetto che riteniamo più grande di noi, unitamente a passione, entusiasmo e tensione nel vedere sempre “oltre” quello che ci circonda, di espandere quello che può essere immaginato come l’orizzonte dei nostri pensieri, rappresentano solo in parte…

lo-and-behold-magnum

Ma gli androidi sognano pecore elettriche? Werner Herzog: Lo and Behold, Reveries of the Connected World

A prescindere dal soggetto scelto per i suoi documentari, il regista tedesco Werner Herzog quasi sempre prende spunto dalla stessa idea: come avvicinarsi all’animo umano attraverso un tema insolito che apparentemente non ha tanta rilevanza psicologica. L’ultimo documentario di Herzog, Lo and Behold, Reveries of the Connected World, affronta la questione del cambiamento sociale e…

job_1

Professioni Digital&Marketing: i nuovi protagonisti del lavoro

Ad oggi è sufficiente sbirciare il listino azionario mondiale, consultabile sul sito del Sole24ore, per rendersi conto che il mercato finanziario, e di conseguenza quelli economico e lavorativo, si muove verso un’unica direzione: la ormai non più così “New” Economy. Le enormi multinazionali come Alphabet (società che controlla tra le altre Google), Amazon e Facebook,…

New journalistic perspectives

The role of informer has always been assigned to journalists and the press. However, in the digital age, the journalist is no longer the only one to tell the world and what is happening there, he has to face a major crisis in his history and has definitely lost the monopoly of the « information ».