blog-aziendale-1

Business online: 6 vantaggi di un blog aziendale

Il blog, a differenza di un sito internet e degli altri canali di comunicazione istituzionali, consente alle aziende un approccio più informale con i propri clienti, offre la possibilità di creare una comunicazione diretta e contenuti che abbiano un valore per il lettore. Si possono, ad esempio, fornire informazioni sul funzionamento dei prodotti o aiutare…

made-in-italy-commercity-cina-trading-center-moda-italiana-food-in-italy-cibo-italia-cibo-italiano-unimpresa-Wuhan-piattaforma-logistica

Raccontare il Made in Italy: errori e storie di successo

In Italia facciamo cose straordinarie, ma non le sappiamo comunicare. Parliamo di Made in Italy, ovvero tutta quella produzione industriale e artigianale che ci caratterizza e distingue nel mondo ma che penalizziamo non raccontandone abbastanza i suoi pregi distintivi. Ne ha parlato Marco Bettiol alla presentazione del suo libro “Raccontare il Made in Italy. Un…

erasmus

L’Europa raccontata dai giovani: l’esperienza del Laboratorio Compass in “Content management e storytelling multimediale”

Siamo un gruppo di circa trenta ragazzi, provenienti da diversi paesi, cresciuti in diverse culture e società. Italiani, francesi, spagnoli, russi: un piccolo spaccato di mondo racchiuso in un’aula universitaria. Ci siamo conosciuti durante il “Laboratorio di Content Management e Storytelling Multimediale” del Corso di Laurea Magistrale in Comunicazione Pubblica e d’Impresa dell’Università di Bologna.

credits photo: corrieredellepuglie.com

#ijf16 Le potenzialità espressive del giornalismo oggi: Beppe Severgnini docet

“Se la confezione non è buona, la gente non apre il pacco”. Esordisce così, Beppe Severgnini nell’incontro tenuto all’ultimo Festival Internazionale del Giornalismo. Oggi si compete per avere l’attenzione del lettore e in questa competizione si deve essere consapevoli di quali siano i linguaggi che sono funzionali al giornalismo per conseguire questo scopo. E’ fondamentale…

Why is laundry only a mothers job?

Bollywood lava più bianco con Ariel

«Tocca alla pubblicità prendere il posto degli ormai fiacchi mercanti d’illusioni di Hollywood. Le nostre marche devono essere le nuove dive. Così l’atto del consumo diventerà un atto culturale. La pubblicità guadagnerà quel diritto di cittadinanza che i pubblifobi le rifiutano. Quest’ultima sarà il nostro cannone per sognare, la nostra macchina per evadere, il nostro Hollywood…