Salute e tecnologia: rapporto in crisi?

La notizia arriva da lontano: pare infatti che molti giovani americani siano ormai assuefatti all’utilizzo di social network e applicazioni di vario genere, al punto da dover correre ai ripari. Numerosi sono i ragazzi che decidono di intraprendere un percorso di disintossicazione da social media sotto consiglio di psicologi e famiglie, e di rivolgersi dunque…

SEO in negativo: esiste davvero?

Conoscere e difendersi dalla negative SEO Recentemente, mentre partecipavo ad un incontro tenuto da un esperto del settore SEO, sono venuta a conoscenza dell’esistenza della SEO in negativo. Pur conoscendo la SEO, avendola studiata per qualche esame universitario, non sapevo che fosse possibile anche svolgere attività di SEO in negativo. Incuriosita, ho deciso di documentarmi,…

Mark Zuckerberg lancia un nuovo algoritmo su Facebook

Mark Zuckerberg, tramite un post del 12 gennaio scorso pubblicato sul suo profilo personale, ha annunciato che verranno effettuate una serie di modifiche all’algoritmo delle News Feed di Facebook. Il motivo? La volontà di Facebook di ritornare alle origini. L’obiettivo è promuovere maggiormente i contenuti postati da amici e familiari, rendendo meno visibili le pagine…

Net Neutrality

La Net Neutrality è in pericolo e con essa la libertà dell’espressione americana

Nelle ultime settimane si è sentito parlare della Net Neutrality e delle proteste che si sono svolte in America a causa della legge che la riguarda. Ma che cosa significa Net Neutrality e perché se ne sente parlare adesso? La Net Neutrality è il principio che impedisce ai provider di Internet, per esempio Infostrada e Vodafone (in America AT&T, Verizon e altri), di caricare lentamente o bloccare alcuni contenuti, pagine web e…

Blue Whale: il gioco che spaventa la rete

Di recente abbiamo sentito parlare un fenomeno che purtroppo ha allarmato tutti: la Blue Whale. Ma che cos’è? È stata una nota trasmissione televisiva, Le Iene, ad aver portato davanti agli occhi dei telespettatori italiani la disarmante scoperta. Si tratta infatti di un “gioco”, partito in Russia e diffusosi a macchia d’olio fino ad arrivare presumibilmente anche in Italia, dove di recente si sono verificati alcuni casi di suicidio particolarmente strani, al punto da farli collegare al gioco russo.