#hashtag: dove e come utilizzarli al meglio

È ormai risaputo che l’utilizzo di #hashtag sui social network ha un notevole potenziale per creare engagement ed interazione nel web. Ma è altrettanto vero che il più delle volte vengono creati e postati a casaccio senza sapere come poterli sfruttare al meglio. Ecco alcuni consigli sul dove e come utilizzare gli hashtag per avere risultati migliori.

Leggi il resto di questa voce

Il consumo in un’ottica di genere

È ormai passato qualche giorno dal momento in cui la commissione mi ha proclamato dottoressa in Scienze della comunicazione pubblica e sociale, subito dopo la presentazione del mio elaborato dal titolo ‘Il consumo in un’ottica di genere. Rappresentazioni identitarie, modelli di desiderabilità sociale e modi di fruizione della pubblicità’. Come ognuno di voi ho lavorato con la mia relatrice, la prof.ssa Lalli, al mio progetto con l’intento di raccontare parte della realtà sociale con la quale siamo a contatto ormai giorno dopo giorno. In particolare ho deciso di discutere di quello che per prima chiamo come ‘il problema sociale dell’omosessualità’ e di come questa venga rappresentata all’intero dei nuovi mezzi di comunicazione, se rappresentata, con particolare riferimento alla pubblicità. Vi racconto in breve di cosa si tratta. Leggi il resto di questa voce

Comunicazione politica ai tempi di Twitter

Nella polis dell’antica Grecia, gli uomini si riunivano nell’agorà, il luogo della democrazia per antonomasia, per discutere di questioni economiche, politiche, commerciali e religiose.

Nella società del XVII e XVIII secolo, la nuova classe borghese, che diede vita ad una sfera pubblica letteraria, si riuniva nei salotti e nelle coffeehouse: centri di informazione all’interno dei quali si leggevano i giornali che i proprietari londinesi cominciavano a redigere e a stampare in proprio e si  discuteva dei problemi riscontrati dalla nuova classe emergente.
Ad oggi, questi luoghi non sono scomparsi del tutto, ma in gran parte sono stati sostituiti dalle piazze e dalle comunità virtuali, nate grazie alle innovazioni tecnologiche e ai nuovi media. Leggi il resto di questa voce

Malinconia post Erasmus: nemico inevitabile

Tutti quanti si saranno chiesti al ritorno dall’Erasmus da cosa dipenda quel senso di sconforto permanente, quel senso di apatia, che forse, in questo caso, diventa sinonimo di nostalgia. Sentimenti che io definirei legati a una forma di depressione post Erasmus, quella che in qualche modo ti tiene ancora legato, stretto, a quel vissuto “abroad” che non riesci proprio a dimenticare.

Leggi il resto di questa voce

Sfera pubblica e info-mediazione

di Pina Lalli* 

Un’espressione che appare criptica: info-mediatori. Di cosa si tratta?

Nel 1981 in un convegno a Dublino Valaskakis propone il concetto di informediation: sottolinea la funzione mediatrice delle nuove tecnologie nella vita quotidiana. La nozione verrà ripresa nel decennio successivo collegandola all’economia di internet e poi utilizzata in svariati campi incluso il marketing. Leggi il resto di questa voce

Comunicare la salute per migliorare la qualità della vita

Dalle campagne vaccinali contro le epidemie dei primi anni del novecento alle secchiate di acqua gelida per la raccolta fondi per la ricerca sulla sclerosi laterale amiotrofica, la comunicazione per la salute si è arricchita di mezzi, attori, strategie, ed ha ampliato il potenziale raggio di obiettivi da raggiungere. Non solo prevenzione di malattie, ma educazione, sensibilizzazione, conoscenza, visibilità.

Leggi il resto di questa voce

Cos’è una Web Series?

Quello delle web series è, probabilmente, uno dei più grandi fenomeni innovativi degli ultimi anni: si tratta di storie a episodi appositamente concepite per la rete che costituiscono la rivoluzione digitale delle tanto amate serie tv.

Leggi il resto di questa voce

Woman Power e Woman Buyer

Accendo la TV: una tristissima pubblicità su un dentifricio “da uomo” seguita da una ancora più triste di pannolini per bambini distinti tra pannolini “da maschietto” e “da femminuccia” per concludere in bellezza con l’ennesima ragazza sotto ciclo che fa la ruota. Cosa sta succedendo agli uffici marketing dei grandi brand?

Leggi il resto di questa voce

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 123 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: