campagna-diesel

Diesel e la sua filosofia “non convenzionale”

Diesel, noto marchio dell’industria del fashion italiano, si è caratterizzato fin dalle sue origini per la forte volontà di distinguersi, il più possibile in maniera non-convenzionale. Quando il patron Renzo Rosso, fondatore di Diesel, lanciò una collezione vintage, nessuno aveva mai realizzato una cosa simile, tanto che i primi jeans stone-washed (slavati),venivano rimandati indietro perché…

cookies_monster

Nostalgia e retro-marketing: come vendere i ricordi

Di stereotipi e sesso è pieno il mondo, e quello dell’advertising non fa eccezione. Tuttavia, la pubblicità non è soltanto “uomini che non devono chiedere mai” o famigliole perfette, perché c’è un’altra forza a tenere banco negli spot di oggi: la nostalgia. Se e quando utilizzato a dovere, il nostalgia-marketing può rivelarsi uno strumento molto…

image004

Bambini e pubblicità: una questione di quantità o di qualità?

Basta sfogliare una rivista o accendere un qualsiasi canale televisivo per essere sommersi da pubblicità di ogni tipo. Se gli adulti possono (a torto) essere considerati “immuni” da particolari influenze e sollecitazioni e capaci di analizzare criticamente il messaggio proposto, lo stesso non si può dire per un bambino o un preadolescente lasciato solo davanti…

Why is laundry only a mothers job?

Bollywood lava più bianco con Ariel

«Tocca alla pubblicità prendere il posto degli ormai fiacchi mercanti d’illusioni di Hollywood. Le nostre marche devono essere le nuove dive. Così l’atto del consumo diventerà un atto culturale. La pubblicità guadagnerà quel diritto di cittadinanza che i pubblifobi le rifiutano. Quest’ultima sarà il nostro cannone per sognare, la nostra macchina per evadere, il nostro Hollywood…