Una nuova guida per Bologna, un viaggio tra storia e cultura

Bologna: città d’arte e di cultura, affascina ed attrae visitatori da tutto il mondo per le sue bellezze storiche e artistiche. Da sempre turisti e studenti si aggirano per le strade del centro storico, tra i caratteristici portici e scorci suggestivi, forse spesso ignari della storia in cui sono immersi.

Bologna è una città così ricca di significato, non è semplice definirla e non si smette mai di scoprirla. Perfino chi la abita, chi ci ha sempre vissuto, trova sempre qualcosa di nuovo da scoprire.

Tradizionalmente sono tre gli appellativi che vengono attribuiti a questa poliedrica città: la grassa per la tradizione gastronomica posta assolutamente in primo piano, ricca di cibi gustosi e sostanziosi; la rossa per il tipico colore delle case fatte prevalentemente in mattone, ma anche per il suo noto passato politico; la dotta, per il suo legame con l’Alma Mater Studiorum, ateneo nato nel 1088 che ha fatto della città la sede dell’università più antica d’Europa.

E proprio l’Alma Mater sta tentando da alcuni anni di dare un forte contributo per valorizzare il proprio patrimonio, rafforzando il legame con la città in cui è nata. In particolare, come ci racconta Maria Letizia Vignola dell’Ufficio Comunicazione d’Ateneo, Unibocultura si sta occupando da tempo di ciò, promuovendo progetti di valorizzazione delle risorse culturali, storico e artistiche dell’Università di Bologna attraverso le rassegne primaverili e autunnali di visite guidate nei palazzi storici dell’Ateneo e la rassegna estiva Zambè, un ciclo di eventi che da cinque anni anima la zona universitaria d’estate, organizzata in collaborazione con il Comune di Bologna.

A seguito della grande partecipazione di pubblico che questi eventi hanno avuto negli ultimi anni, è emersa la necessità e l’opportunità di realizzare una “Guida turistica sull’Università di Bologna nella città”: itinerari che si snodano attraverso la lunga storia del nostro Ateneo in tutti i luoghi e angoli di Bologna. Nasce così la nuova guida “Bologna. Città universitaria”, edita da Nationl Geographic nell’ambito della collana Guide Traveler.

La guida, disponibile già dal 26 gennaio in tutte le librerie, propone quattro itinerari per scoprire la città di Bologna, raccontandola attraverso cartine dettagliate e fotografie suggestive. Dalle vie del centro ai colli bolognesi, dalle antiche vie degli studenti al nuovo quartiere universitario; viene narrata la storia di Bologna, inevitabilmente intrecciata con la vita dell’università e degli illustri studiosi ed intellettuali che da qui sono passati e qui si sono formati.

Uno sguardo dentro la guida

Maria Letizia Vignola ci spiega che proprio attraverso questi itinerari, percorrendo le vie del centro della città, si possono scoprire informazioni sulla presenza degli studenti nelle epoche lontane, i modi con cui venivano organizzate le lezioni, l’evoluzione nel tempo dello stipendio dei professori, la funzione dei collegi per gli studenti europei che hanno preceduto di secoli il programma Erasmus.

I lunghi portici di Bologna si rivelano lo spazio dentro al quale molto spesso si è svolta e si svolge la vita universitaria, veri luoghi riservati all’accoglienza e allo scambio sociale, mentre la parte storica illustra le fasi di una fucina intellettuale che ha nutrito e si è fatta nutrire da grandi intellettuali di tutti i secoli, come Irnerio, Ulisse Androvandi, Luigi Ferdinando Marsili, Carducci, Roberto Longhi, Pasolini. La guida è una vera e propria bussola che orienta i viaggiatori nei secoli di vita dell’Ateneo ed offre inoltre una serie di cartine che mostrano come il tessuto urbano della città prenda nome da professori e studenti dell’Ateneo.

Ecco dunque una nuova guida come compagno di viaggio ideale per esplorare le vie della città cogliendone tutti gli aspetti della storia, la cultura e le tradizioni, grazie a descrizioni accurate e in dettaglio dei luoghi più importanti e dei beni artistici, ma anche grazie ai suggerimenti e ai pratici consigli di viaggio, come i luoghi da non perdere e le esperienze da provare per vivere a pieno la città, e il calendario degli eventi principali in città nel corso dell’anno.

Una guida quindi non solo per programmare una visita a Bologna da turisti, ma anche una piacevole e interessante lettura per tutti coloro che desiderano apprendere notizie storiche, descrizioni dei beni artistici, curiosità sulla vita di un Ateneo che è sempre vissuto e vive ancora in sintonia con la città nella quale è nato.

A cura di Roberta Milazzo

2 pensieri su “Una nuova guida per Bologna, un viaggio tra storia e cultura

  1. Pingback: Una nuova guida per Bologna, un viaggio tra storia e cultura – Vita da Museo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...