Un podcast per “assaggiare” i libri

Nel periodo di emergenza sanitaria legata al Covid-19, nel quale ci troviamo immersi ormai da settimane, tante sono le iniziative emerse legate ai libri e alla lettura, di cui abbiamo parlato anche qui.

Tra queste, da un’idea dell’Associazione “Micromacchina – comunicare la società APS”, è nata “Assaggio di libri”: l’intento del progetto è quello di offrire a ragazzi e ragazze l’opportunità di raccontare, discutere e scambiarsi spunti e riflessioni sui libri, coniugando, coerentemente con la mission dell’associazione, l’uso creativo delle nuove tecnologie.

audiolibri

“Micromacchina”, fondata a Bologna nel 2004 da un gruppo di giovani professionisti del settore della comunicazione, è un’associazione che da anni si occupa di promozione dell’uso critico e consapevole dei nuovi media (con percorsi didattici rivolti a bambini, adolescenti, genitori ed educatori), divulgazione delpatrimonio storico-artistico-enogastronomico dei territori locali, ideazione e realizzazione di eventi culturali e campagne di comunicazione sociale.

Lo spazio virtuale di “Assaggio di libri” in cui i lettori possono incontrarsi per condividere la passione per la lettura è composto dal canale spreaker contenente i podcast e il sito web. Al centro del progetto sono stati messi i giovani lettori associati, mediamente dai 10 ai 13 anni, ai quali è stata data l’opportunità di realizzare le recensioni dei loro libri preferiti, in formato audio o testuale, e inviarle all’Associazione per la pubblicazione; l’idea stessa del sito nasce proprio da uno di loro, Paolo, il quale vi ha individuato un valido spazio alternativo di incontro non potendo usufruire di aule e biblioteche. Il format di “assaggio” era già stato sperimentato in classe dall’insegnante Elisa Malvezzi, appartenente al consiglio direttivo dell’Associazione, con l’obiettivo di alimentare lo scambio libero e appassionato attorno ai libri letti, evitando il tradizionale schema delle schedature.

“Siamo partiti da questa innovativa sperimentazione scolastica di promozione alla lettura e, com’è nella mission della nostra associazione, abbiamo puntato su un uso creativo delle nuove tecnologie: in questo caso i podcast audio, facili da realizzare per ragazzi/e under 13. Abbiamo volutamente evitato l’uso del video perché nell’Assaggio di Libri il focus è sull’ascolto e non sulle immagini” afferma Alessandra Mariotti, presidentessa di Micromacchina. “Così è nato il sito e il canale Spreaker di Assaggio di Libri che, con un approccio peer-to-peer basato sui new media, rende ragazzi e ragazze protagonisti attivi nella diffusione della passione per la lettura tra i loro coetanei in un momento in cui incontrarsi fisicamente non è possibile.”

Il “menu di assaggio” dei libri proposti su entrambi i canali è realizzato in base alle preferenze di lettura dei ragazzi e delle ragazze che hanno aderito e che partecipano attivamente inviando le presentazioni dei volumi di cui desiderano parlare: si va dai classici come “Il Giro del mondo in 80 giorni”, “Viaggio al centro della terra”, “Il libro della Giungla”, “L’Isola del tesoro” a libri di narrativa che affrontano argomenti d’attualità come l’immigrazione (“Viki che voleva andare a scuola”) la mafia (“Io dentro gli spari”), le scoperte astronomiche (“La chiave segreta per l’universo”), per arrivare a romanzi più profondi e introspettivi come“Il mio più grande desiderio”. In poco più di un mese, sono stati prodotti e caricati una decina di podcast, a loro volta scaricati in totale più di 200 volte. Anche coloro che non partecipano direttamente in prima persona possono ascoltare dal sito le audio-presentazioni dei coetanei e commentarle una volta letto il libro, alimentando così la discussione e l’interazione.

Il progetto ha diverse aspettative di crescita per il futuro: “per il momento l’editing audio dei podcast e la loro messa online è centralizzato qui presso la sede della nostra associazione” prosegue la Presidentessa “ma in futuro ci piacerebbe coinvolgere direttamente ragazzi/e anche nella fase di montaggio, organizzando workshop o webinar”.

L’iniziativa ha dunque il vantaggio di educare i giovani a un utilizzo consapevole dei media, attorno a un argomento già di per sé istruttivo come la lettura. Inoltre, si tratta di un’ulteriore dimostrazione di come la tecnologia, se governata in maniera strategica, consenta di superare le difficoltà strutturali e apra le porte a innovative opportunità di creazione, diffusione e di condivisione.

“Assaggio di Libri, nato in piena emergenza Coronavirus” conclude Alessandra “dimostra chiaramente che se si dà spazio alla forza creativa di ragazzi e ragazze loro riescono in modo innovativo ad organizzarsi e a far comunità intorno ai propri interessi, reagendo da protagonisti al difficile momento che stiamo vivendo.”

 

 

Michela Casprini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...