Brexit: il sindaco di Londra rimane europeo

Il Brexit Drama sembra aver finalmente trovato una conclusione: l’Inghilterra, allo scoccare della mezzanotte del 31 gennaio 2020, ha lasciato ufficialmente l’Unione Europea. L’odissea dello stay or leave inizia nel 2016, con il referendum del 23 giugno che vede i leave vincenti con una maggioranza risicata: il 51% degli inglesi vuole lasciare l’UE. I successivi 4 anni che ci portano ad oggi sono ormai storia, un periodo difficile per la politica britannica farcito di accordi saltati e maggioranze mai raggiunte. 

È solo all’inizio del nuovo decennio che si trova il giusto compromesso tra il parlamento inglese e i vertici europei, e allora via, leave, lasciando ai posteri l’ardua sentenza sulla qualità di questa mossa. Qualcuno però non ci sta: è il sindaco di Londra, Sadiq Khan. 

Kahn fa parte del partito laburista inglese e dal 2016 amministra la capitale del Regno Unito. Candidato laburista confermato anche per le mayoral che si svolgeranno a maggio di quest’anno, ha incentrato parte della sua campagna elettorale contro la Brexit, evidenziando quanto Londra sia una città aperta, multietnica e pronta ad accogliere chiunque volesse mettere lì le proprie radici.

Non appena la notizia Brexit è stata resa ufficiale, Kahn ha usato tutti i mezzi a sua disposizione per dimostrare il suo supporto a quelli che lui definisce Europeans Londoners, comunicandolo tramite una toccante newsletter: “Today is the day that London and the rest of the UK leave the EU. But what London and the UK stand for – progressive ideas, liberal values, decency and diversity – isn’t simply going to go away.”Kahn afferma che quello che Londra e gli UK rappresentano, cioè idee progressiste, valori liberali e diversità, non spariranno. 

Continua fornendo aiuto in modo concreto: “That’s why we’re opening up City Hall this evening between 5pm – 8pm for a special event, offering free legal advice on applying to the EU Settlement Scheme, as well as emotional support for anyone who needs it. Even if you’re not European you can still come along, enjoy a cuppa and stand in solidarity with our European friends.”

Il primo cittadino decide di aprire il City Hall e fornire supporto legale gratuito a chiunque ne avesse bisogno per compilare il famigerato EU Settlement Scheme, ossia i documenti che servono ai non inglesi per rimanere in UK anche dopo la Brexit. 

Il supporto che il Mayor propone però non è solo di natura legale; infatti, in piena linea con la sua figura politica – che da sempre incentiva integrazione, empatia e attenzione al sociale – Kahn offre sostegno emotivo a chiunque ne abbia bisogno, sottolineando quanto questo momento storico sia delicato e, per alcuni, drammatico. L’invito è ovviamente aperto anche ai non europeisiti, ai quali viene data l’opportunità di passare a prendersi una cuppa (slang inglese per la tradizionale tazza di thè) per dimostrare solidarietà agli amici filoeuropei. 

La campagna a favore dell’UE prende vita su tutti i social del sindaco della city: #LondonIsOpen campeggia su Twitter con tanto di bandierina europea a fianco, insieme ad un più generico #StandingUpForLondon e ad un più sentimentale #LoveWillKeepUsTogether. 

In particolare, il 31 gennaio, Kahn pubblica un video riassunto che raccoglie centinaia di tweet postati dai sindaci di tutta Europa in sostegno alla sua causa, dichiarando il benvenuto chiunque voglia recarsi a Londra, che sia in vacanza o per lavoro. I tweet sono tutti accompagnati da un’immagine molto chiara e semplice: la scritta London nero su bianco con le due lettere “o” simbolicamente rappresentate da entrambi i lati del globo, per non escludere proprio nessuno.

L’1 febbraio, primo giorno post Brexit, il sindaco della capitale inglese rilascia diverse interviste nelle quali ribadisce a gran voce la sua idea di una Londra aperta a tutti, libera e pluralista, nonostante il risultato del referendum. Il contenuto web del giorno è un video della durata di circa 40 secondi, che riassume velocemente tutte le caratteristiche della capitale: la scritta “London is” fissa in alto viene completata da una serie di aggettivi come “loud”, “fearless” o “impressive” e dallo scorrere veloce di luoghi, simboli e abitanti della metropoli. Il video finisce con l’iconica inquadratura del ponte mobile Tower Bridge che si apre, con tanto di #LondonIsOpen, slogan della campagna elettorale.

Le nuove elezioni per il posto di Mayor of London si terranno il 7 maggio 2020, e Kahn – incumbent eletto nel 2016 al primo turno, con il 53% di consensi – ha come sfidante principale il candidato del partito conservatore Shaun Bailey. Tra le proposte elettorali di Bailey troviamo ad esempio quella della riduzione della criminalità attraverso la massimizzazione del sistema di telecamere a circuito chiuso sparse per tutta Londra, la CCTV, ed è, da buon Tory, ovviamente pro Brexit. La campagna elettorale di Bailey è stata al centro di diverse controversie: è stato più volte accusato di islamofobia nei confronti di Kahn (che ricordiamo essere il primo sindaco mussulmano eletto nel Regno Unito) e sessismo, per aver dichiarato che la distribuzione di metodi contraccettivi non era altro che un incoraggiamento alle gravidanze in età adolescenziale. Nonostante questi scivoloni, le elezioni che hanno visto Kahn vincitore si sono tenute prima del referendum sulla Brexit, sarà sufficiente una campagna elettorale inclusiva e aperta a far fronte alla voglia di esclusività e chiusura portate dall’uscita dall’Unione Europea? L’essere filoeuropeo sarà un vantaggio o uno svantaggio per Sadiq Kahn? Lo scopriremo solo dopo il 7 maggio!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...