La percezione dell’Unione Europea tra i giovani lavoratori italiani e l’importanza di un’educazione all’Europa.

Con l’avvicinarsi delle elezioni europee di maggio 2019, si fa sempre più interessante il dibattito intorno alla percezione dell’Unione Europea tra i suoi cittadini. Dati i risultati delle ultime elezioni italiane del 4 marzo 2018, sembra che i cittadini italiani delusi dall’Unione Europea siano aumentati. Anche gli ultimi sondaggi di Eurobarometro confermano che noi italiani siamo mediamente più scettici verso le istituzioni comunitarie rispetto ai nostri “concittadini” degli altri paesi membri UE.

Durante lo svolgimento del laboratorio EULAB – Comunicare la cittadinanza europea, coordinato dalla Professoressa Pina Lalli con il supporto di Claudia Capelli e Michela Zingone, abbiamo a lungo discusso di queste tematiche riguardanti la percezione dell’Unione Europea tra i cittadini italiani ed in particolare tra noi giovani. Confrontandoci, ci siamo resi conto che le opinioni sull’UE di noi studenti del laboratorio erano piuttosto concordanti e che la nostra percezione dell’Europa e della cittadinanza europea poteva non rispecchiare le voci di molti altri nostri coetanei.

Far parte di un gruppo così omogeneo, ovvero di studenti dell’area della scienze politiche, sociali e internazionali, ci ha stimolato ad individuare il grado di fiducia nell’Unione Europea all’interno di gruppi giovanili diversi dal nostro. Per questo motivo, il gruppo di cui ho fatto parte, composto da Ludovica Pesaresi, Nikol Ceola, Zaira Scanarotti, Francesca Carimando e Marco Sighinolfi, ha svolto una ricerca sulla percezione dell’UE tra i giovani lavoratori che non hanno frequentato l’Università. La nostra ricerca è stato di tipo qualitativo e non aveva nessuna pretesa di rappresentatività. Infatti, l’obiettivo principale è stato quello di comprendere le opinioni dei nostri coetanei che non hanno ricevuto un’educazione sull’Unione Europea come la nostra.

Abbiamo sottoposto un questionario a domande aperte ad alcuni dei nostri conoscenti lavoratori che non hanno frequentato l’Università. Siamo riusciti a intervistare 33 giovani, di cui 26 uomini e 7 donne, di età compresa tra 19 e 29 anni provenienti da diverse regioni d’Italia (Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna e Umbria). Le domande che abbiamo posto hanno toccato vari elementi caratterizzanti la cittadinanza europea come l’intenzione di partecipare alle prossime elezioni, il modo in cui vengono reperite le informazioni riguardanti l’UE, la percezione della presenza dell’UE sul proprio territorio e più in generale il senso di appartenenza all’Europa. Non abbiamo riscontrato opinioni “estreme” o un particolare scetticismo verso l’Europa anche se ovviamente le critiche non sono mancate.

Il background dei nostri intervistati era piuttosto variegato: titoli di studio diversificati come licei, istituti professionali o tecnici e terza media. L’elemento che li accomunava però è stato l’assenza di contatti con associazioni o iniziative riguardanti l’UE durante il percorso di studi della maggior parte degli intervistati. Inoltre, la maggioranza di loro, si ritiene poco o addirittura per nulla informata sul funzionamento delle istituzioni europee. Tuttavia, la gran parte degli intervistati ha mostrato voglia di informarsi oltre che la volontà di partecipare al processo democratico europeo tramite il voto del prossimo maggio 2019.

Come già specificato, questi risultati non hanno nessuna rilevanza statistica e certamente non possono riassumere le opinioni della totalità dei giovani lavoratori italiani. Però alcune risposte possono darci degli spunti di riflessione, perché soltanto comprendendo e ascoltando le ragioni che portano i giovani a non avere fiducia nelle istituzioni europee, si può sperare in un futuro per questa Unione.

Il primo elemento che ci è saltato agli occhi è che alcuni intervistati vorrebbero ricevere informazioni imparziali e trasparenti dai mass media esistenti. Da questo si capisce che a volte c’è una sfiducia generale verso chi veicola le informazioni piuttosto che verso le istituzioni europee. L’appartenenza dell’Italia a questa organizzazione sovranazionale è sempre di più un argomento politico e quindi le informazioni troppo favorevoli o al contrario troppo poco, possono sembrare faziose per alcuni cittadini.

Il secondo elemento che ha attirato la nostra attenzione riguarda la difficoltà di alcuni intervistati di comprendere certe informazioni che ricevono tramite i mass media. In una delle risposte si sottolinea che senza una conoscenza pregressa delle istituzioni o della storia dell’Unione Europea, si possono riscontrare molte difficoltà nel comprendere certi fatti di attualità. Questa risposta dovrebbe far riflettere molto sul perché spesso si ha poca fiducia nell’Unione Europea. La poca conoscenza e la mancata comprensione di alcuni meccanismi e situazioni all’interno dell’UE fa sì che molti preferiscano allontanarsene.

Mi sono posta alcune domande dopo la lettura dei risultati di questa ricerca: ma come è possibile che l’Unione Europea sia così poco conosciuta visto che accompagna il nostro paese e fa parte delle nostre vite da più di 60 anni? Come è possibile che dopo tutti questi anni di storia europea non venga affrontato l’argomento in modo oggettivo nelle scuole primarie e secondarie? L’educazione sull’Unione Europea non dovrebbe essere destinata soltanto ad una cerchia ristretta di persone come per esempio noi studenti di Scienze Politiche ma dovrebbe essere aperta a tutti. Soltanto con un insegnamento oggettivo si possono comprendere ed eventualmente cambiare certi meccanismi dell’Unione Europea.
Dei veri Cittadini Europei possono nascere soltanto dall’educazione e dalla cultura.

Elena Masini – Laboratorio EULAB 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...