Sara Ferrari, da Scienze della comunicazione a giornalista per l’ANSA

“L’informazione nasce locale”. Ha esordito così la professoressa Marina Caporale all’incontro con Sara Ferrari, giornalista di cronaca nera  e giudiziaria per l’ANSA e per la TV locale “TRC” con sede a Bologna.
L’incontro è stato organizzato nell’ambito delle lezioni di Diritto dei Media lo scorso mercoledì 7 novembre, a Palazzo Hercolani, Bologna.

La Ferrari ha risposto ad una serie di domande per capire quali sono oggi le sfide per un giornalista, in un periodo caldo come questo per l’informazione, e quali le differenze tra il lavorare per una testata locale e un’agenzia di stampa nazionale come l’ANSA.
Sara Ferrari ha scoperto la passione per la professione a 16 anni, quando ha iniziato un tirocinio presso la testata “Il Resto del Carlino”. Ha subito capito che la vita del giornalista non ha né giorni né orari e che la notizia può arrivare da un momento all’altro.  “Il 6 agosto non pensavo che un amico dei vigili del fuoco mi chiamasse per dirmi che era esploso un supermercato”, ci racconta  riguardo ciò che è accaduto a Borgo Panigale la scorsa estate.

Dopo anni come pubblicista, Sara è diventata una giornalista professionista per una testata modenese. Da Modena è poi arrivata a Bologna ripartendo da zero, ma grazie ad una sua precedente esperienza televisiva è riuscita ad entrare a TRC.  Durante l’incontro, partendo dalle esperienze fatte personalmente, Sara ha dato ai presenti lì’opportunità di conoscere sfaccettare diverse del mestiere del giornalista.

Lavorare per la cronaca nera locale vuol dire presentarsi tutti i giorni in questura per parlare con i carabinieri, fonti ufficiali delle notizie giornaliere. “Non è sempre facile far capire il valore di una notizia” ci spiega Sara. Bisogna creare un rapporto di fiducia con le forze dell’ordine, basato sul rispetto di alcune regole fondamentali, prima fra tutti la segretezza. Questo principio però spesso è minacciato dalla forte competenza tra i giornalisti che vogliono accaparrarsi l’ultima notizia, commettendo degli errori a volte anche gravi.

Diverso è invece scrivere per un’agenzia come ANSA, la quale è alla ricerca di notizie con un “eco nazionale”. L’ANSA ha più sedi locali che comunicano con quella centrale  ed essa  lavora per i giornalisti in quanto fonte di informazioni. Qui un errore può costare molto caro. Per questo, ogni informazione deve essere comunque controllata prima di scrivere un articolo.

Nel mondo dei social, le informazioni devono essere doppiamente controllate, ma rappresentano importanti fonti  per i giornalisti, soprattutto per la tv locale. TRC usa i social per comunicare con il pubblico, in modo particolare Facebook, pubblicando video delle dirette tv. Di contro, l’ANSA utilizza molto di più Twitter, postando solo alcuni lanci, articoli brevi di interesse generale, lasciando il resto delle informazioni agli abbonati annuali.

Sara ha continuato riflettendo sul ruolo dell’Ordine dei Giornalisti in risposta alla professoressa Caporale, interessata a capire quale valore aggiunto esso può dare al mondo dell’informazione. La Ferrari ritiene che l’Ordine dovrebbe sanzionare più spesso e in  modo più severo  chi va contro la norme deontologiche, principi che  ogni giornalista deve rispettare, primo fra tutti la trasparenza.
Essere un giornalista ti vieta di fare pubblicità, perché rappresenta un inganno per i cittadini.
Purtroppo l’Ordine non sempre interviene perché, sottolineando la presenza di “mele marce” al suo interno, rischia di  macchiare il proprio prestigio.

A conclusione dell’incontro non ho resistito e ho sottoposto a Sara ha una mia curiosità, che un po’ nasconde un sogno: “Nel tuo futuro vedi un lavoro in Rai?” la sua risposta è stata: “Ci speriamo tutti.”

A cura di Jessica Mutini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...