Victor: intervista ad uno dei fondatori di Erasmus Life Bologna (ELBo)

1509778_10153189932814931_7107110749414643332_n

Metà cileno metà italiano… puoi raccontare dove sei cresciuto?

Sono cresciuto a Temuco, nella nona regione del Cile e lì sono stato per 15 anni. Dai 3 ai 18 anni ho frequentato un collegio inglese e finita la scuola mi sono trasferito in Italia con la mia famiglia.

Perchè sei ritornato a Bologna?

L’Italia è bella e mancava a tutti noi.

Com’è stata la tua infanzia in Cile?

Ho dei bei ricordi. La mia famiglia mi ha supportato in tutto ciò che volevo fare, per cui oltre ad andare a scuola, ho frequentato il conservatorio di musica, specializzandomi in percussioni classiche. Ho anche giocato a rugby. Posso dire di aver avuto un’infanzia molto bella.

Poi hai frequentato l’Università: cosa hai studiato?

Economia.

Sei andato a Lisbona in Erasmus: cosa puoi raccontarci di questa esperienza internazionale?

Sicuramente si tratta di un’esperienza che mi ha aperto la mente. Conoscere persone di tanti paesi e con culture diverse, dover imparare una nuova lingua, mi ha portato a voler aiutare coloro che si trovavano nella mia stessa situazione quando sono arrivato a Lisbona.

Sei uno dei fondatori di Erasmus Life Bologna (ELBo) e questo ti ha portato a conoscere molti studenti Erasmus. Partendo dalla tua esperienza personale, quanto pensi sia diversa la vita Erasmus tra Bologna e Lisbona?

Credo che la prima cosa da mettere in risalto sia legata proprio alla dimensione delle due città. Bologna ospita molti più Erasmus di Lisbona e avere un centro storico piccolo facilita le possibilità di incontro e socializzazione con gente nuova in qualsiasi momento della giornata. A Lisbona è tutto molto più dispersivo.

E parlando di ELBo, cosa fai in pratica?

Il mio ruolo è proprio quello di aiutare i ragazzi che arrivano in Italia ad ambientarsi e a conoscere senza troppe difficoltà quanti più luoghi possibili e aspetti interessanti di questo paese.

Come è iniziato questo progetto?

Tutto è iniziato insieme ad alcuni amici. Abbiamo notato che in effetti mancava qualcuno che si occupasse dell’organizzazione di attività culturali appositamente per studenti stranieri.

11107182_10206950736993308_6134910593339339850_n

In realtà in città ci sono altre due organizzazioni di questo tipo. Cosa ha la vostra di diverso?

Forse l’essere stata fondata in primis da ragazzi bolognesi concentrati sull’intenzione di far conoscere per bene questa città agli Erasmus. Solo successivamente abbiamo iniziato ad organizzare viaggi e ad altre attività per portare questi giovani studenti in giro per l’Italia.

Quindi arrivando alla fine, tenendo conto della mia origine spagnola, mi consiglieresti di  avviare un’organizzazione simile a Barcellona?

Assolutamente sì, se ne hai il tempo e le possibilità. Far parte di un gruppo, dar supporto agli altri e poi vederli ringraziarti per il tuo aiuto, per le cose che organizzi, è sicuramente un’esperienza appagante e che ti aiuta molto a crescere come persona.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...