WANACRY: l’attacco informatico più importante

Lo scorso 12 maggio c’è stato il peggior attacco informatico di tutti i tempi da parte degli hackers, il cosidetto Wanacry. Un attacco che ha bloccato l’accesso ai sistemi informatici di istituzioni ed imprese mondiali, mediante l’uso di un software malevolo.

cyber_logofailureSono più di 300 mila i computer colpiti in circa 150 paesi. E’ questa la stima del pericoloso attacco cibernetico presentata dall’Ufficio Europeo di Polizia (Europol). Obiettivo degli hackers è stato quello di bloccare i computer per poi richiedere il pagamento di un riscatto di US$300 in bitcoin, una moneta elettronica non tracciabile, affinché i sistemi potessero essere liberati.

Benché l’attacco abbia colpito diversi Paesi del mondo, allo stato attuale è la Russia, il Paese che risulta vittima dei danni maggiori. Sono stati in particolar modo il Ministero dell’Interno, le ferrovie, le banche e l’operatore di telefonia mobile Megafon tra i principali soggetti vittima dell’attacco e della richiesta di riscatto.

L’attentato ha colpito, tra gli altri, istituzioni in Regno Unito, Stati Uniti, Cina, Spagna, Italia, Vietnam e Taiwan.
Non solo. Nella ste_96055221_mediaitem96055220ssa Germania sono stati colpiti gli schermi elettronici che nelle stazioni annunciano arrivi e partenze.
La stessa industria del cinema è stata colpita dal grande attacco: lo ha confessato il dirigente della Disney, che si è visto sottrarre uno dei prossimi film uscita, con la minaccia da parte degli hackers di rivelare al mondo interi frammenti di film, con una conseguente grandissima perdita per la compagnia.

Ma questo non è un caso isolato. Nelle scorse settimane era toccato a Netflix, obbligata  a pagare per salvare l’esordio della serie Orange is the new black. Per il momento entrambe le compagnie si rifiutano di pagare lasciando il caso nelle mani della FBI.

L’ammontare dei danni economici causati è notevole. Molte imprese sparse per il mondo hanno subito una perdita di informazioni, un’interruzione delle attività e perdite di entrate economiche.

Chi sono i responsabili?
Questo è uno dei temi più importanti che si sta cercando di risolvere ma nello stesso tempo è anche il più difficile. Probabilmente è ancora molto presto per avere delle prove certe. Potrebbero volerci molti mesi per trovare gli hackers che hanno paralizzato sistemi informatici in tutto il mondo.33438_2b56d7c0_149472735915_640_400

L’intelligence americana e alcuni investigatori privati hanno scoperto un possibile legame con Pyongyang. Pare ci siano, infatti, delle similitudini tra i codici informatici di Wannacry e quelli di un’altra serie di attacchi informatici avvenuti in Corea del Nord.

Davanti ad un attacco di queste dimensioni, si può continuare a sperare che le autorità e le squadre investigative riescano a trovare i responsabili, anche se questo non basta, visto che altri hacker hanno copiato la tecnica per portare a segno attacchi futuri.

Attualmente il  mondo continua a stare in allerta. Il timore è quello di attacchi futuri che potrebbero arrecare danni ancor peggiori.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...