Una nuova comunicazione in 360 gradi

Lo abbiamo ripetuto più volte: le nuove tecnologie hanno cambiato anche la comunicazione convenzionale tra le persone, causando una vera e propria rivoluzione ICT.

Alcuni dispositivi elettronici, inizialmente piatti, iniziano ad apparire con versione curve e flessibili.
Uno dei prossimi passi in avanti si avrà con sistemi di comunicazione cilindrica, di grandi e piccole dimensioni, che permetteranno la comunicazione a distanza e la visualizzazione di contenuti tridimensionali.

L’utente può godere di questa visione a circonferenza  o  vista circolare interagendo con un dispositivo cilindrico dall’esterno, come avviene con qualsiasi apparecchio o dispositivo, ad esempio dall’interno di una camera cilindrica, dove le immagini e menu di controllo sono proiettate su pareti curve.

In Canada, in particolare nella Queen University (Kingston, Ontario) hanno iniziato a sviluppare questa nuova generazione di dispositivi di comunicazione. Human Media Lab (HML) sta sviluppando nuovi dispositivi in questo senso, che permetteranno all’utente di fare esperienze sino ad ora sconosciute.

HML ha creato un magazzino tubolare gigante per Singtel a Singapore. Attraverso questo strumento i visitatori vivono un’esperienza coinvolgente in alcune delle maggiori città del pianeta. Quando il visitatore si trova al centro della tenda, guarda le immagini proiettate su uno schermo di 14 metri di circonferenza intorno a sé. Questi possono visualizzare tutte le città – estendere interagire con le immagini, ruotare, ottenere un selfie con sfondo di città, tra molte altre opzioni. Tutto è controllato da un sistema di Kinect.

Il Professor Roel Vertegaal (HML) ha sviluppato una colonna cilindrica per videoconferenze in tre dimensioni, dove poter visualizzare un essere umano virtuale, in tutta la sua grandezza, in movimento e da tutte le angolazioni, come se ci si trovasse effettivamente lì.

Questo sistema chiamato TeleHuman è di ‘ritorno’, ossia quando ci sono due di queste colonne collegate, coloro che chiamano possono parlare come se fossero di fronte all’altro, la ricezione di immagini e suoni contemporaneamente, anche se sono in aree geografiche, secondo Vertegaal.

51011_1

Comunicazione in 360º

Per queste immagini una serie di videocamere 3D cattura la persona e fa sì che le immagini 3D possano essere viste da tutti i lati. Quindi, chi chiama può camminare a piedi a 360° attorno alla colonna di TeleHuman e vedere la persona con cui sta parlando di fronte, laterale e posteriore.

“Anche se questa tecnologia sembra da un’altra galassia, la maggior parte dei suoi componenti sono già presenti sul mercato, quali sensori Kinect, un proiettore 3D, un cilindro acrilico traslucido alto 1,0 metri e uno specchio convesso,” dice Vertegaal .

Ora si sta lavorando ad un’altra applicazione di questo sistema, denominato BodiPod, che mostra un modello 3D dell’anatomia del corpo umano, che così può essere esplorato da tutti gli angoli, nei suoi strati di tessuti, organi, ossa e muscoli,  permettendo anche di zoomare cuore e cervello.

Queralt Malé Bas

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...