Game2:Winter, l’ultima frontiera del reality in stile Hunger Games

Nasce in Russia, dalla folle idea del trentacinquenne imprenditore Evgenij Pjatkovskij, il progetto più assurdo e controverso per un programma televisivo. Lo show in questione si intitola “Game2:Winter” e consiste in un reality ispirato alla celebre saga Hunger Games, in cui vi saranno 15 donne e 15 uomini che dovranno sopravvivere nella taiga siberiana per 9 mesi. Il tutto monitorato dalle 2000 telecamere montate appositamente nei 900 ettari di taiga, in modo da controllare 24 ore al giorno le attività dei concorrenti. Coloro che riusciranno a sopravvivere potranno spartirsi il montepremi di 100 milioni di rubli, ovvero 1,6 milioni di dollari.

Il collegamento alla trilogia di Hunger Games emerge subito, in quanto la regola madre del reality è che non ci sono regole. Tutto è concesso: combattere, stuprare, mutilare e persino uccidere, proprio come nel celebre film con Katniss Everdeen. La differenza è che, se nei film uccidere era lecito e non veniva sanzionato, in questo reality l’omicidio è permesso, ma verrà poi considerato come un reato e dunque potrà intervenire la polizia durante il programma, estrarre il concorrente colpevole e metterlo sotto processo secondo il codice penale russo.

Il format, dunque, prevede che vi siano 30 persone costrette a sopravvivere per 9 mesi in luoghi in cui si passa dai 35 gradi dell’estate ai – 50 dell’inverno e dove i concorrenti avranno a che fare con l’insidia degli orsi bruni. L’ideatore del reality Evgenij Pjatkovskij, che ha investito per questo programma circa 16,2 milioni di dollari, ha ammesso però di aver preso spunto non dalla celebre saga Hunger Games, bensì da una delle più famose serie tv di sempre, Lost: “Probabilmente avete visto tutti Lost, ma sopravvivere in un clima tropicale è molto diverso che cercare di rimanere in vita nella taiga siberiana, una foresta boreale”. Ogni concorrente ha inoltre la possibilità di portare con sé un deposito di vestiti e di utensili, tra i quali sono ammessi i coltelli ma non le armi da fuoco, a differenza di Hunger Games. Però, proprio come la trilogia, ciascun concorrente avrà la possibilità di farsi spedire dagli spettatori a casa dei nuovi oggetti utili per la sopravvivenza.

Per candidarsi al reality non sono necessari particolari requisiti, basta essere maggiorenni e dichiararsi “sani di mente”, per quanto sia paradossale dichiararsi tali se si vuole partecipare a tale programma. Ad ogni modo sono già più di 300 le persone che hanno fatto richiesta di partecipare al Game2:Winter, ognuno con motivazioni differenti l’uno dall’altra.

C’è chi come Matts David Goldberg, 36 anni, dalla Svezia, vuole rivivere il calvario sopportato da suo nonno quando ha lavorato nella taiga siberiana ai tempi della seconda guerra mondiale.

C’è invece chi dice di aver amato lo sport fin dall’infanzia, come l’agente immobiliare Klara Yuchyugyaeva, 33 anni, che afferma di “non aver paura delle difficoltà” e che trova il deserto siberiano “misterioso e sorprendente”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ma non mancano ovviamente coloro che vogliono partecipare solo per ottenere visibilità o provare qualcosa di nuovo. È il caso di due ragazze: Oksana Murmansk, 28 anni, e Irina Agisheva, 30 anni.

Oksana si autodefinisce “bionda di professione” e sostiene di sapere già di non potercela fare senza l’aiuto del pubblico e, per questo, sa di poter essere seguita da esso.

Mentre Irina è un’allenatrice di nuoto e ha detto di voler partecipare perché: “voglio fare qualcosa di così folle e indimenticabile che la gente poi si ricorderà di me”. E aggiunge: “viviamo una sola volta e dobbiamo vivere al meglio la nostra vita. Sono pronta”.

Alla fine, tra tutte le centinaia di candidature, il 1 giugno verranno estratte solo 30 persone che potranno prendere parte a questo assurdo reality e avranno solo un mese di tempo per prepararsi mentalmente ed essere addestrati alla sopravvivenza dagli ex corpi speciali Spetsnaz. I concorrenti, inoltre, dovranno firmare una liberatoria nella quale verranno messi a conoscenza che potrebbero essere anche stuprati, percossi o uccisi, fermo restando che saranno sempre loro ad essere padroni delle proprie azioni e che non è assolutamente necessario usare la violenza.

Infine il 1 luglio prenderà il via il Game2:Winter, che verrà trasmesso H24 sul web in diversi paesi nel mondo, e si concluderà 9 mesi dopo, il 1 aprile 2018, quando il premio finale verrà diviso tra i superstiti, a differenza della saga Hunger Games, in cui doveva esserci un solo vincitore e superstite.

C’è però chi comincia a dubitare della veridicità di questo programma, chiedendosi se non sia tutto semplicemente uno scherzo, in quanto la data conclusiva del reality è prevista proprio per il 1 aprile, ovvero il giorno del “Pesce d’aprile”.

Che si tratti davvero solo di una burla per vedere fino a che punto la gente è disposta a mettersi in gioco e a rischiare la vita per fama e soldi? Attendiamo il 1 luglio, quando il countdown sul sito web ufficiale del Game2:Winter terminerà e scopriremo se sarà stata l’idea più pazza e controversa nella storia della televisione, o semplicemente un’enorme bufala.

Lorenzo Amorosi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...