Sarà en plein di statuette per La La Land? Facciamo il punto verso la Notte degli Oscar

oscar-wired

La Notte degli Oscar si avvicina e, come ogni anno, milioni di appassionati di cinema stanno fremendo da settimane per sapere quali saranno i film e gli attori a conquistarsi le ambite statuette d’oro.

Quest’anno però, a differenza delle edizioni passate, sembra non esserci storia: 14 nomination agli Oscar e 7 Golden Globe a La La Land fanno immaginare che questa pellicola possa essere l’asso piglia tutto della notte del 26 febbraio, lasciando le briciole agli avversari. Sulla carta, ovviamente.

Eh sì, perché non sempre chi accumula così tanti riconoscimenti e aspettative riesce poi a trionfare effettivamente agli Oscar. È il caso di American Hustle (2013), che si presentò all’appuntamento più importante con ben 10 nomination e 3 Golden Globe, per poi non ottenere neanche una statuetta.

Vediamo dunque, nelle tre categorie principali, quali sono i film e gli attori premiati con la nomination e cerchiamo di fare il punto della situazione.

 

MIGLIOR FILM

Arrival
Barriere
Hacksaw Ridge
Hell or High Water
Il diritto di contare
La La Land
Lion: La strada verso casa
Manchester By the Sea
Moonlight

Senza dubbio la statuetta per il Miglior film è quella più attesa e per la quale da sempre gli spettatori si dividono maggiormente. Quest’anno, più che altro, sembra che il pubblico si divida tra chi sostiene ciecamente La La Land e chi rimpiange 12 anni schiavo, chi è a favore della commedia romantica sotto forma di musical e chi perora la causa dei classici film drammatici, ricchi di tematiche riflessive.

Se è vero che tradizionalmente viene premiato come miglior film una pellicola drammatica, è altrettanto vero che quest’anno le statistiche sono a favore di La La Land: entrambe le volte in cui un film ha ottenuto 14 candidature ha vinto anche il premio di miglior film (Eva contro Eva nel 1950 e Titanic nel 1997).

Il film favorito a questa statuetta resta in ogni caso La La Land, capace di intrattenere, divertire ed emozionare il pubblico grazie agli attori, alla fotografia ma soprattutto alle canzoni degne di quell’Hollywood rétro che poche volte viene ancora celebrata. Va inoltre aggiunto il fatto che, stando alla classifica di IMdB (sito in cui le persone possono votare da 0 a 10 qualsiasi film della storia del cinema), La La Land si trova momentaneamente alla posizione 57 con un punteggio medio di 8,5, mentre i vincitori delle ultime edizioni non superano la media di 8,2 né tantomeno la posizione in classifica della pellicola plurinominata.

la-la-land-filmaffinity

(credits photo Filmaffinity)

Le chiacchiere riguardo gli #OscarSoWhite è storia passata se si osserva che delle 9 pellicole in gara come miglior film ben 4 hanno per protagonista della storia una persona di colore (Barriere, Il diritto di contare, Lion e Moonlight). Ed è proprio Moonlight, candidato a 8 premi oscar, l’unico film che sembra essere in grado di sfidare La La Land sotto questa categoria

Raccontare la storia di un ragazzo di Miami nero e gay può essere il colpo di genio del primo lungometraggio del giovane regista Barry Jenkis per affrontare la seconda opera dell’altrettanto giovane regista Damien Chazelle, anche perché storicamente i film che trattano di persone omosessuali o di colore partono in vantaggio agli Oscar e Moonlight ha il merito di condensare entrambe le tematiche in un’atmosfera drammatica che la giuria potrebbe premiare.

moonlight-imdb

(credits photo IMdB)

 

MIGLIOR ATTORE

 

Casey AffleckManchester By the Sea
Andrew GarfieldHacksaw Ridge
Ryan GoslingLa La Land 
Viggo MortensenCaptain Fantastic
Denzel WashingtonBarriere

Nella categoria di Miglior attore il risultato non è così scontato ed è aperto grossomodo a tutti i nominati in gara, anche se comunque si possono individuare due favoriti (Casey Affleck e Ryan Gosling) e tre outsider (Andrew Garfield, Viggo Mortensen e Denzel Washington).

casey-affleck-los-angeles-time

(credits photo Los Angeles Time)

Casey Affleck, fratello minore dell’attore/regista premio Oscar Ben Affleck, ha già vinto quest’anno il Golden Globe come miglior attore in un film drammatico (Manchester by the Sea) e ha conquistato il cuore di tutti grazie alla sua trasformazione in Lee Chandler, il solitario tutore del nipote.  Alla prima candidatura agli Oscar da attore protagonista, potrebbe davvero conquistare la statuetta, l’unica che forse Manchester by the Sea sarà in grado di aggiudicarsi.

ryan-gosling-dna-india

(credits photo DNA India)

Ryan Gosling ha invece vinto quest’anno il Golden Globe come miglior attore in una commedia o musical per La La Land ed è l’altro grande favorito per la palma di Miglior Attore. A volte la giuria tende a  premiare attori che modificano il proprio corpo in funzione del film o si applicano in nuove discipline ed è per questo che Ryan Gosling ha forse un punto di vantaggio rispetto a Casey Affleck. Oltre a recitare, infatti, Ryan Gosling ha dovuto imparare anche a cantare e suonare il piano, riuscendoci per altro in maniera egregia.

 

MIGLIOR ATTRICE

 

Isabelle HuppertElle
Ruth NeggaLoving
Natalie PortmanJackie
Emma StoneLa La Land
Meryl StreepFlorence Foster Jenkins

Nella categoria di Miglior attrice spicca per la ventinovesima volta Meryl Streep, anche se la gara vera e propria dovrebbe essere tra Emma Stone e Natalie Portman.

emma-stone-mxdwn-movies

(credits photo mxdwn movies)

Emma Stone sembra essere la candidata numero uno a questo premio visti i numerosi riconoscimenti che ha già ottenuto per La La Land (Coppa Volpi a Venezia, Golden Globe, Screen Actor Guild Award e premio BAFTA). Inoltre, proprio come Ryan Gosling, anche lei canta (e anche bene) oltre a recitare; un vantaggio non da poco per la giovane attrice che finora aveva solo collezionato una nomination per la miglior attrice non protagonista in Birdman (2015).

natalie-portman-blackfilm

(credits photo blackfilm)

Natalie Portman, d’altro canto, sa già cosa vuol dire vincere un premio così importante visto che nel 2011 ha trionfato come protagonista de Il cigno nero. In questa pellicola veste i panni di Jackie, la moglie di JFK, e dalla sua ha la splendida interpretazione di una First Lady vedova in un ruolo altamente drammatico, che a lei sembra essere il più congeniale, anche se quest’anno potrebbe non bastare.

Queste dunque la situazione nelle tre categorie principali agli Oscar, nelle quali è sempre presente La La Land, sia come film che come attori che ne fanno parte. Ma anche in altre categorie, come quelle “tecniche” sembra che La La Land sia destinato a fare piazza pulita di premi Oscar: Regia, Fotografia, Colonna sonora e Canzone originale sono premi che con ogni probabilità si aggiudicherà il regista Damien Chazelle & co.

L’Oscar al Montaggio e alla Sceneggiatura originale sono le statuette più fragili e in bilico, per le quali dovrà vedersela nel primo caso con Hacksaw Ridge, mentre nel secondo con Manchester by the Sea in particolare. Giusto per quanto riguarda gli attori non protagonisti sappiamo per certo che La La Land non vincerà un Oscar, ma semplicemente perché non ha attori candidati.

Insomma, La La Land sembra destinato a cannibalizzare la notte degli Oscar quest’anno, tanto da cercare l’en plein di statuette, o quantomeno di superare il record di 11 che appartiene a Ben Hur, Titanic e Il Signore degli Anelli: il ritorno del Re. Delle 14 statuette in palio poche sembrano quelle vulnerabili, così come pochi sono i film che possono giocarsela. Moonlight, Barriere e Manchester by the Sea sono tre degli antagonisti principali, sia per tematiche che per attori. Inoltre, il fatto di presentare in due film quasi esclusivamente attori neri può essere un vantaggio dopo gli “Oscar Bianchi” dell’anno scorso e la giuria potrebbe tenerne conto.

Riuscirà dunque la commedia romantica in chiave musicale, simbolo di leggerezza e spensieratezza, a sbaragliare la concorrenza o ci sarà la rivalsa black e l’ennesimo trionfo del dramma? Non vi resta che aspettare la notte del 26 Febbraio e preparare tanto caffè per scoprirlo, non ve ne pentirete.

Lorenzo Amorosi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...