“Golden Rules” per una campagna Facebook Ads di successo

Il Facebook Ads è diventato una grande risorsa per le aziende, sia per incrementare la propria notorietà che per interagire con la audience. Al FB Master Day 2016 Veronica Gentili ha dato consigli preziosi per i comunicatori, i marketer e per chiunque decida di utilizzare questa vetrina.

Quali sono le caratteristiche di una Campagna Facebook Ads di successo?

1. Ha un chiaro obiettivo finale.
2. È indirizzata al giusto target.
3. È ON nel periodo giusto.
4. Risponde ai bisogni, desideri e curiosità del target.
5. L’obiettivo della campagna, la creatività e il copy sono coerenti e puntano a raggiungere lo stesso scopo.
6. La creatività e il copy utilizzano leve razionali ed emotive per attivare l’attenzione del target.
7. È frutto di test.

Ma per ottenere una campagna Facebook Ads di successo non basta conoscerne le caratteristiche, è importante seguire alcune regole.

Vediamo secondo Veronica Gentili quali sono le Golden Rules!maxresdefault

  • Testare sempre
    I risultati delle inserzioni variano in base a tantissimi fattori, tra i quali brand e prodotti/servizi promossi, caratteristiche del target, obiettivo, creatività, formato, periodo, ottimizzazione, budget. L’unico modo per capire qual è il più performante è testare, avendo cura di cambiare un solo elemento alla volta e avere dati omogenei alla mano. Non dare mai niente per scontato!
  • Be creative
    La parte visuale resta predominante nella performance delle ad. Sii creativo e sfrutta al meglio gli spazi che Facebook di offre!
  • Monitora tutto
    Solo mettendo i parametri ai link, utilizzando e settando il Facebook Pixel e monitorando sempre le conversazioni, potrai sapere come e quanto Facebook aiuta il tuo brand.
  • A che punto è la mia audience?
    Nello scegliere copy, obiettivi e leve tieni presente a che punto del funnel si trova il cluster.
funnel

Marketing Funnel                              [Credits photo: Veronica Gentili]

  • Il Facebook Ads Algorithm ha la memoria lunga
    Non cambiare più volte campagne, ad set e ad. Piuttosto crea tutto da capo; l’algoritmo di Facebook memorizza la storia dei vari elementi, per cui, se uno è poco performante continuerà ad attribuirgli un basso punteggio.
  • Vendite “a freddo” su FB? Meglio di no
    – a meno che non rappresenti un brand iperconosciuto o un vero e proprio lovemark;
    – a meno che non svenda pesantemente qualcosa;
    – a meno che non ti rivolga a una Custom Audience o ad un pubblico che già ti conosce bene;
    – a meno che non faccia parte di una particolare nicchia;
    – a meno che tu non sia molto fortunato.
  • Attento “all’effetto saturazione”
    Soprattutto per la Custom Audience, per i cluster ristretti e per le campagne di lungo periodo, guarda costantemente la metrica relativa alla frequenza. Metti in pausa le inserzioni che hanno raggiunto una frequenza elevata.
  • Controlla e migliora sempre
    Anche le campagne migliori con il tempo possono dare scarsi risultati. Testa sempre i vari elementi, rinnovali anche in base ai nuovi obiettivi o alle ottimizzazioni disponibili.
  • Scopri e rimetti in piedi le campagne che non funzionano più
    – ad fatigue: alle ads online succede già da tempo che ad un certo punto aumenti la frequenza e diminuiscano i feedback positivi, aumentano quelli negativi e quindi diminuisce il relevance score.
    – duplication: per mantenere una buona user experience, Facebook in una giornata mostra ads della stessa pagina, non più di due volte all’utente e non più di quattro volte ai fan. Se targhettizzi le stesse persone, il rischio che una campagna abbia problemi di delivery, è dietro l’angolo.
  • Usa e segmenta i pubblici personalizzati
    Sono una vera e propria miniera d’oro; si tratta infatti di persone che già hanno interagito con il tuo brand e quindi, generalmente, più propense ad effettuare una conversione. Dalle cinque alle dieci volte più performanti della core audience.
  • Testa le “lookalike”
    In alcuni casi (e se è buona e omogenea la fonte) possono dare performance ottime.
  • Sii coerente
    Testo, immagine e landing page, tutto deve essere coerente e orientato allo stesso obiettivo.
  • Chi troppo vuole, nulla stringe
    Devi avere un solo e unico obiettivo per campagna, tutto, non solo ad set e ad, va coordinato con esso.
  • Fai attenzione al posizionamento Audience Network
    Per le campagne ad obiettivo click al sito web e conversione, spesso porta una marea di click di pessima qualità.

Follow the Golden Rules

[Credits photo: washington.com]

Alessia Pignatti

Advertisements

3 pensieri su ““Golden Rules” per una campagna Facebook Ads di successo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...