Povertà sanitaria: il valore del bisogno di curarsi

Il bisogno di farmaci è una necessità che riguarda sempre più persone e famiglie italiane. Oggi esistono medicinali molto efficaci ma troppo costosi per diverse patologie. Tali farmaci hanno un brevetto, e solo quando quest’ultimo scade è possibile produrre copie a prezzi più bassi. Ma fino ad allora è l’azienda farmaceutica a decidere il valore economico.

Il prezzo dei farmaci in Europa resta comunque più basso che negli Usa. Mentre gli Stati europei contrattano i prezzi con le aziende, negli Usa tale ruolo è svolto dalle assicurazioni. Come ha segnalato il Wall Street Journal, negli Stati Uniti il prezzo medio dei farmaci soggetti a brevetto è raddoppiato negli ultimi cinque anni. Si tratta infatti di un tema della campagna elettorale per le elezioni presidenziali.
Di fronte a questa situazione sorge spontaneo porsi alcune domande: è giusto che le aziende farmaceutiche abbiano un ritorno degli investimenti in ricerca e sviluppo, ma questi non giustificano i costi spropositati dei medicinali presenti sul mercato, e inoltre quanto queste ricerche sono state realizzate anche grazie ai contributi delle istituzioni pubbliche?

In Italia esiste ancora un sistema sanitario pubblico che assicura l’accesso alle medicine. Purtroppo però alcune Regioni non garantiscono più i farmaci antitumorali innovativi a pazienti che provengono da altre Regioni, perché poi queste non rimborsano.
Viene così negato loro l’accesso alle cure. La spesa sanitaria dello Stato, e soprattutto quella farmaceutica, ha subito una forte riduzione ed è al di sotto di quella di altri importanti Paesi europei. Recenti indagini dimostrano che le famiglie italiane in difficoltà economica decidono di rinunciare a farmaci e medicine. Una situazione quasi inevitabile in un Paese in cui più di un quarto delle famiglie del Mezzogiorno è povera.

banco-farmaceutico
Cresce dunque in Italia il bisogno di farmaci per i cittadini che non sono più in grado di acquistarli. Questo il dato emerso dal Rapporto 2015 sulla povertà sanitaria “Donare per curare” promosso dalla Fondazione Banco farmaceutico onlus.
La mission della Fondazione consiste nel rispondere al bisogno farmaceutico delle persone indigenti grazie alla collaborazione delle realtà assistenziali presenti sul territorio.

In occasione della XVI Giornata di Raccolta del Farmaco 2016, una delle principali iniziative di Banco Farmaceutico, sono stati donati dai cittadini più di 350.000 medicinali. A usufruirne saranno le oltre 400.000 persone in difficoltà economica che sono sostenute dagli enti caritativi che collaborano con la Fondazione.

Al fine di sensibilizzare i cittadini sul tema della povertà sanitaria, è stata realizzata, per Banco Farmaceutico, una candid camera dagli studenti del centro sperimentale di Cinematografia della Lombardia. In una farmacia con telecamere nascoste si sono colte le reazioni di persone comuni nel vivere il disorientamento di chi non ha la possibilità di acquistare i farmaci a causa del loro prezzo elevato. Alcuni sono timidamente increduli, altri chiedono spiegazioni, altri ancora alzano il tono di voce e perdono la pazienza.

Attraverso questo esperimento sociale si viene spinti a prendere coscienza del fatto che la povertà sanitaria è un’emergenza a cui troppe persone devono far fronte quotidianamente. Come ha sostenuto Paolo Grandik, presidente del Banco Farmaceutico, se andiamo incontro al fatto che esistono persone accanto a noi che non possono permettersi cure adeguate per via delle condizioni economiche, abbiamo già imboccato un percorso positivo.

Un percorso che crei un sistema in cui più attori, non solo lo Stato, contribuiscono a far fronte a questo problema.
Mettendo in relazione virtuosa più soggetti, tra cui farmacisti, aziende farmaceutiche, enti assistenziali, distributori, volontari e cittadini, è possibile portare a una educazione alla condivisione e gratuità.

Monica L’Erario

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...