SEO: come posizionarsi su Google

Per SEO (Search Engine Optimization), si intendono quelle tecniche volte a posizionare un sito web nelle prime posizioni dei risultati dei motori di ricerca, ed in particolare Google, il più utilizzato fra questi.
Esistono due tipi di posizionamento web, quello a pagamento e quello organico. Nel primo caso si tratta di annunci a pagamento che Google posiziona in cima alla lista dei risultati di ricerca, contrassegnandoli però agli occhi degli utenti con la dicitura “Ann.” (annuncio). Proprio questo aspetto è il vero limite degli annunci a pagamento che gli utenti hanno ormai imparato a riconoscere come tali, preferendo spesso i risultati cosiddetti organici che hanno ottenuto in modo naturale un buon posizionamento SEO, basato cioè esclusivamente sulla qualità e l’autorevolezza del contenuto delle pagine.

Per ottenere visibilità nei risultati organici dei motori di ricerca e farsi trovare in rete è fondamentale avere una strategia precisa e conoscere i segreti dell’algoritmo di ricerca.

seo-google-1
Ecco 6 consigli per scalare le vette dei motori di ricerca.

1.Abbandona il vecchio sito statico e crea un blog
Il primo modo per ottenere un buon posizionamento organico è aggiornare costantemente le pagine del proprio sito: tutto si gioca sulla rilevanza dei contenuti e la loro originalità. I vecchi siti vetrina che dominavano il web 10 anni fa sfruttando la tecnica di “stuffing”, ovvero riempire le proprie pagine di parole chiave nascoste, sono ormai un lontano ricordo. Oggi Google svolge una lettura semantica dei contenuti del sito, li distingue per argomento e premia quelli che risultano davvero rilevanti agli utenti: quelli che danno risposta alle loro domande.

2.Crea contenuti utili, fai content marketing
Google ha tutto l’interesse a soddisfare in maniera efficace le esigenze informative dei suoi utenti, per questo negli anni il suo algoritmo si è evoluto per fornire risultati di ricerca sempre più personalizzati. Google registra il comportamento degli utenti in rete e le loro preferenze; ad incidere sui risultati di ricerca mostrati vi sono infatti numerosi fattori come ad esempio il tempo trascorso su una determinata pagina o articolo. Se un utente visita un sito e subito ne esce, Google penalizzerà quel sito e così la sua visibilità, interpretandolo come un segnale di scarsa qualità dei contenuti o comunque come scarsa attinenza con la ricerca dell’utente. Una buona strategia di content marketing è la chiave per far sì che gli utenti visualizzino e leggano i contenuti fino all’ultima parola, trovando possibilmente risposta alla loro esigenza informativa. Google darà valore a quella visita facendo migliorare il quality score del sito, ricorderà la lettura del sito da parte dell’utente e lo proporrà nuovamente in occasione di successive ricerche.

3.Crea contenuti per gli umani, non per Google
Quando si mira ad ottenere visibilità organica, si pensa troppo spesso a creare contenuti che siano accessibili ai motori di ricerca, ma si sottovaluta spesso l’importanza di offrire contenuti di qualità agli utenti. Usare le parole chiave quando si scrive un articolo è importante affinché questo sia trovato più facilmente da Google, ma l’errore più frequente in fase di posizionamento organico è proprio quello di scrivere “solo” per i motori di ricerca, dimenticandosi delle persone.
E’ importante ricordarsi sempre qual è lo scopo principale di un articolo: rispondere alle domande degli utenti. Inserire parole chiave in maniera massiccia, se non utili al flusso del discorso, potrebbe far perdere in leggibilità.

4.Crea spesso nuovi contenuti originali
Il sito web ha bisogno di essere costantemente aggiornato per ottenere un buon posizionamento organico. Pubblicare frequentemente nuovi contenuti, almeno settimanalmente, assicura che i lettori abbiano sempre informazioni nuove da leggere. Mantenendo il sito costantemente aggiornato, ricco di nuovi contenuti, Google garantirà nel tempo una migliore visibilità. Gli utenti saranno inoltre maggiormente coinvolti e stimolati a visitare più frequentemente il sito. La creazione di un servizio di newsletter può aiutare a fidelizzare il proprio pubblico.

5.Ottieni backlink di qualità
Uno dei modi per garantire una buona visibilità al proprio sito migliorandone l’autorevolezza, è quello di avere molti link esterni che indirizzano al proprio sito. Si tratta quindi di link in ingresso provenienti da altri blog, possibilmente trattanti tematiche analoghe. Più alta è l’autorevolezza del sito da cui si ottengono backlink, migliore sarà la possibilità di ottenere un buon posizionamento. Google infatti, oltre al traffico generato dal sito, da particolare importanza anche alle citazioni che lo stesso riceve, considerandole indice di autorevolezza.

Un modo per ottenere backlink di qualità può essere quello di contattare i gestori di altri siti, proponendo loro una collaborazione finalizzata ad indirizzare gli utenti verso i rispettivi siti.

6. Ottimizza i contenuti multimediali per il web
Questa è certamente la parte più tecnica di questa guida. L’algoritmo di Google è costantemente aggiornato per offrire il miglior servizio possibile ai suoi utenti, per questo preferisce contenuti che siano leggeri, facili e veloci da aprire. Quest’aspetto influisce molto sul posizionamento del sito web. Per essere sicuro di avere un sito perfettamente ottimizzato, questo deve avere alcune caratteristiche:

Sito responsive, ovvero ottimizzato per smarphone e tablet. Mai dimenticare che la maggior parte del traffico oggi arriva da mobile.

Immagini ottimizzate: ottimizzare le immagini significa renderle leggere in modo che la pagina si apra velocemente ma anche lavorare di fino specificandone i metatags.

Link ottimizzati: è da evitare l’inserimento di collegamenti esterni associati a testi come “clicca qui”; molto più efficace è prevedere il collegamento su un testo che descriva cosa l’utente potrà trovare alla pagina indicata.

Utilizzo di URL “parlanti”: le pagine del sito devono avere url comprensibili e coerenti con il contenuto della pagina stessa.

Alessio Bartoli

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...