Good night stories for rebel girls: storie per le bambine ribelli

Prendete una start-up, aggiungete 100 illustratrici provenienti da paesi diversi del mondo e shakerate tutto con cento storie di donne non convenzionali che si sono distinte per coraggio, creatività e determinazione. Cosa otterrete?

Good Night Stories for Rebel girls, un libro che racchiude cento storie illustrate di donne straordinarie: da Elisabetta I a Frida Khalo, da Serena Williams alle sorelle Brontë. Cosa rende questo progetto tanto speciale? Il fatto che il libro nasca da un principio: cercare di abbattere gli stereotipi di genere. Sì, perché Good Night Stories for Rebel Girls non è solo un libro di fiabe per la buona notte, è molto altro.

goodnigt stories for rebel girls cover

Non più storie di principesse indifese che vivono in attesa del principe azzurro, ma storie di donne vere, che hanno saputo lottare per ciò in cui credevano. Si tratta di una “non fiaba” moderna, creata per incoraggiare le bambine di tutto il mondo a credere fino in fondo nei propri sogni, a puntare su sé stesse, a valorizzare le proprie capacità, anche in un mondo in cui la parità dei sessi esiste, ma troppe volte solo a livello teorico.

Da cosa nasce questo progetto? Dall’idea di Elena Favilli e Francesca Cavallo, che hanno deciso di volare sino in America per realizzare quello che era il loro sogno: creare una start-up che avesse come pubblico di riferimento i bambini. Nasce Timbuktu Labs, l’azienda di media per bambini, di base a Los Angeles, che tra le tante cose ha realizzato anche Timbuktu Magazine, la prima rivista su iPad per bambini.

Timbuktu magazine

La campagna lanciata su Kickstarterer, la piattaforma di crowdfunding online, ha da subito riscosso uno straordinario successo: dopo solo trenta ore, Elena e Francesca, avevano già raccolto 40 mila dollari raggiungendo così il loro obiettivo minimo. Oggi, che la campagna si è conclusa, possiamo sicuramente affermare che la realtà ha superato di gran lunga le aspettative: Good Night stories for rebel girls ha raccolto oltre 600 mila dollari, un successo ottenuto da poche altre campagne lanciate sulla piattaforma. Gli incassi serviranno non solo a coprire le spese necessarie a comprare un codice ISBN, pagare le artiste che si occupano delle illustrazioni e realizzare/spedire il libro a tutti coloro che lo hanno ordinato, ma anche per realizzare un audiolibro e (probabilmente) un’applicazione dedicata.

Quella di Elena e Francesca si potrebbe quasi definire una vera e propria missione. Lo scorso ottobre, hanno aperto una newsletter che non solo racconta alle iscritte storie di donne, ma segnala i libri più interessanti dedicati al tema e aggiorna sulle ultime novità. Un esempio? L’ultima esibizione della popstar Beyoncé – nota femminista – al Super Bowl.

 

goodnigt stories for Rebel girl creators

La newsletter ha portato ottimi risultati in breve tempo: dunque esisteva un pubblico a cui rivolgersi. È proprio da qui che nasce l’idea di Good night stories for rebel girls. Dalla consapevolezza che, ad oggi, esista la forte necessità di conoscere e approfondire storie che possano rappresentare un vero modello a cui ispirarsi, proprio perché nonostante tutto, ancora oggi le bambine, le ragazze e le donne non hanno a disposizione abbastanza riviste, libri o cartoni animati che propongano modelli femminili veramente forti e positivi. Modelli che vadano oltre i cliché della principessa da salvare o della donna in preda a turbamenti amorosi.

Elena e Francesca sembrano determinate a puntare molto più in alto del mercato: puntano al cambiamento. Ecco spiegato il motivo di tanto successo. Ecco perché, questo, è molto più di un semplice libro di fiabe per la buona notte.

Credits Photo: Timbuktu.me

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...