Un workshop per un progetto di tesi: il caso Casetta Rossa

Casetta Rossa: studio ed evoluzione di una Casa del Popolo bolognese” è un progetto nato dalla collaborazione tra il Dipartimento di Architettura, il corso di laurea magistrale Scienze della Comunicazione Pubblica e Sociale dell’Università di Bologna e Fondazione Duemila, proprietaria dei 28 immobili nella provincia di Bologna che ospitano altrettante Case del Popolo.

Workshop_casetta_rossaQuasi tutti questi edifici necessitano oggi di interventi architettonici e strutturali; è per questo che Fondazione Duemila si è rivolta al dipartimento di Architettura, proponendo lo studio da parte di alcuni giovani dottorandi per riqualificare gli spazi e progettare una nuova Casa del Popolo aperta alle esigenze della contemporaneità.

Il workshop della durata di due mesi ha coinvolto anche noi, due tesiste del Compass.  Il nostro lavoro è consistito nella creazione di un blog che potete leggere su https://casettarossa2015.wordpress.com/  dedicato al caso di studio scelto per quest’anno: la Casetta rossa, Casa del popolo situata in  via  Mario Bastia 3, a Bologna.

Nel blog, nato come reportage delle attività laboratoriali e per il recupero della memoria storica della Casetta Rossa sono raccolte le videointerviste, gallerie fotografiche e documenti informativi sulla nascita della casa del popolo, delle attività che vi vengono svolte e le associazioni che vi fanno riferimento.

Alla conclusione del workshop è stato presentato il nuovo progetto architettonico di riqualificazione della casa che ha tenuto conto delle esigenze di recupero della parte storica espresse dai volontari della casetta e messe in luce dal nostro lavoro.
Partecipando alle attività di questo studio, dal quale è scaturito il progetto per la nostra tesi finale, abbiamo avuto modo di mettere in pratica ciò che avevamo studiato teoricamente nei corsi seguiti in questi due anni di magistrale.
Utilizzare WordPress  per la creazione del blog,  fare interviste e montaggio video, lavorare in gruppo e confrontarsi con chi ha più esperienza di noi  nel campo della comunicazione ci ha permesso  di  “affacciarci” al mondo del lavoro che in futuro dovremo svolgere.

Inoltre sono emersi molti spunti di riflessione che abbiamo pensato di suggerire per apportare dei miglioramenti alle attività quotidiane svolte dalla Casetta Rossa e che sono state accolte positivamente: prima di tutto per definire l’identità della casa è stata proposta l’affissione di un pannello esplicativo in cui viene descritta la storia e la creazione di uno spazio on line interamente  coordinato dal comitato di gestione. In secondo luogo, come è emerso dalle interviste, c’è la necessità di una formalizzazione legale, di un confronto con la proprietà per definire gli aspetti formali e amministrativi di gestione.

Infine una ridefinizione dei ruoli all’interno della struttura che possano poi portare alla pianificazione di attività ed eventi gestiti in maniera costruttiva e programmata.
A questo lavoro segue anche la collaborazione alla terza edizione della Notte Rossa, tre giorni nel mese di ottobre (16-17-18) in cui verranno offerte iniziative ed eventi con il coinvolgimento del Case del popolo, Circoli e altre Fondazioni Democratiche sparse in tutta Italia.

Un programma ricco e variegato visibile su www.fondazioneduemila.it  realizzato in collaborazione con Amnesty Internationa, ANPI, ARCI, CEFA, Emergency, Legacoop, Libera e Unicef.  

Sarà questa l’occasione per la presentazione del nostro progetto ad un pubblico più ampio: venerdì 16 ottobre alle ore 18,30 alla Casetta Rossa in via Mario Bastia 3 alla presenza di alcune autorità cittadine e del Rettore dell’Alma Mater, Ivano Dionigi.

Segnaliamo anche l’evento che si terrà sempre il 16 Ottobre  alle ore 18.00 in Via Galliera al Circolo Passepartout in cui interverrà, tra gli altri, la Coordinatrice Corso di laurea Magistrale in Scienze della Comunicazione Pubblica e Sociale Pina Lalli: “Fare informazione oggi tra innovazione e pluralismo. Dagli strumenti della comunicazione alla campagna #menogiornalimenoliberi”.

Pina Abbondandolo

Per saperne di più…
Visita il sito della Notte Rossa.

 

 

Advertisements

Un pensiero su “Un workshop per un progetto di tesi: il caso Casetta Rossa

  1. Pingback: La Notte Rossa | CompassUnibo blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...