Instagram Compassunibo. E tu, cosa ci vedi?

Nasce in sordina nel 2013, ma è con la redazione di quest’anno che riprende vita. Racconta nel quotidiano, con immagini e precisione tutto ciò che avviene nel nostro corso di laurea: parliamo del nostro profilo su Instagram, il social network di immagini che ci aiuta a raccontare i momenti e le attività che si vivono qui al Compass dell’Università di Bologna.

Scatti dal backstage delle riprese video

Scatti dal backstage delle riprese video

Da comunicatori quali siamo, l’idea di partenza è stata quella che niente è più forte di un’immagine per far conoscere la realtà, già San Tommaso ne era il testimone “Se non vedo, non credo”. Così abbiamo pensato che sfruttare Instagram sarebbe stata un’ottima occasione per mostrare a tutti come il nostro corso di laurea si impegna ogni giorno per promuovere la comunicazione e la formazione degli studenti. Ma quali contenuti allora pubblicare in un profilo di origine pur sempre istituzionale come quello nostro? Foto degli studenti in aula, dei professori, dei luoghi che frequentiamo?

Abbiamo sviluppato un piano editoriale e dedotto che i contenuti devono sì essere instant, ma anche pensati e programmati, perché content is the king e le cose da noi non si fanno senza motivazioni. La nostra settimana fotografica parte il lunedì con una citazione sulla comunicazione, che vuol esser di stimolo e di ispirazione per cominciare con carica la giornata. Il martedì invece i protagonisti siamo noi, i redattori. In modo simpatico e utilizzando le parole chiave che rappresentano gli argomenti approfonditi nel nostro blog, abbiamo deciso di presentarci così da esser per primi attivatori di partecipazione alla vita social del Compass. Il resto delle giornate è dedicato ad iniziative e #dailycompass,  vuole soprattutto essere un modo per condividere gli eventi e le attività che vengono organizzate, così come alla nostra quotidianità. Tutto ciò vorrebbe anche essere uno stimolo alla creazione della community che in un corso di laurea come il nostro diventa un punto di partenza alla collaborazione.

Una delle citazioni del lunedì

Una delle citazioni del lunedì

Parliamo ora un po’ dei numeri. Ricominciamo ad usare il profilo il 9 febbraio 2015, con 27 followers, ad oggi invece siamo a quota 133, con 90 foto pubblicate. Numeri che per alcuni possono sembrare modesti, ma che per noi invece sono significativi, perché ogni follower è parte della nostra storia e community e non ci segue tanto per aggiungere qualche likes, ma per seguire con interesse lo storytelling visivo del nostro corso di studi.

Come aumentare questi numeri? Una delle iniziative che avevamo inizialmente proposto erano i contest fotografici. Il
primo lanciato da noi prendeva il titolo #dailycompass e aveva come obiettivo quello di far raccontare ai partecipanti cos’è per loro il Compass nelle azioni quotidiane: dal caffè ai distributori automatici, alle aule studio, alla partecipazione a seminari e incontri. Dire che non è andata come ci aspettavamo è il minimo. La partecipazione è stata scarsa, sicuramente perché da parte nostra forse ci voleva più promozione, ma anche perché il profilo era agli esordi. Quello che speriamo per il futuro, visto che non escludiamo altri possibili contest, è che gli studenti, ovvero i nostri colleghi, partecipino non tanto per vana gloria nel vincere il contest, ma per creare quella condivisione e quello scambio che se non viene alimentato ora all’università sarà difficile da stimolare in futuro in lavori che magari non ce lo permetteranno.

Le foto vincitrici del contest #dailycompass

Le foto vincitrici del contest #dailycompass

Dal mio punto di vista personale, Instagram può davvero cambiare il modo di comunicare. Il condividere uno scatto, quell’immagine che per chi la realizza ha significato un momento speciale della giornata, l’attenzione per un particolare, la curiosità per una scena bizzarra, può portare un sacco di persone a fare lo stesso percorso emotivo di chi c’era dietro lo smartphone o la macchina fotografica in quel momento. Io nelle foto del mio corso di laurea ci vedo noi, protagonisti ogni giorno di quel processo che si chiama formazione e che alla soglia della conclusione della magistrale si trasforma già in nostalgia.

E tu, lettore, nelle nostre foto cosa vedi?

Anna Zavagnin

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...