Intervista alla food blogger Chiara Maci: “Tutti possiamo trasformare le passioni in professioni”

Food blogger, mamma e consulente per le aziende alimentari. Chiara Maci, classe 1983, ha fatto della sua passione per la cucina il suo lavoro, riponendo nel cassetto la laurea in Giurisprudenza. Una scelta che si è rivelata azzeccata visto che Chiara è una delle blogger più amate in Italia; e che fa capire che determinazione e costanza sono fondamentali per raggiungere il successo.

Chiara Maci, foodblogger

Chiara Maci, foodblogger

Com’è nato ‘Sorelle in pentola’? E quando ha deciso di fondare il suo blog?

“’Sorelle in pentola’ è nato un giorno per caso. Dalla semplice voglia di tenerci in contatto, in città diverse, attraverso un amore comune che ci lega fin da piccole. Sicuramente l’abbiamo fondato in un momento “propizio” in cui i blog erano ancora pochi e la passione e l’interesse per la cucina iniziava a crescere e trovare il suo spazio in questo mondo ancora poco esplorato”.

Quali sono gli step che ha dovuto percorrere per arrivare fino a qui?

“Dopo la laurea in Giurisprudenza ho frequentato un master presso la Business School de Il Sole24Ore in marketing. Ero sommelier già da diversi anni e il diploma della Summer School dell’ ALMA ha dato inizio ad un percorso”.

Come avviene la divisione dei post con sua sorella? E quanto tempo dedica al blog? Avete qualcuno che vi supporta sulla parte tecnica?

“Dividiamo in due la settimana, tre giorni io e tre giorni Angela. Io in più gestisco www.chiaramaci.com e la parte tecnica di entrambi. Diciamo che il tempo impiegato è sempre tanto, ma abbiamo una persona che ci aiuta con il calendario editoriale e la programmazione dei post”.

 Dopo il boom di ‘Sorelle in pentola’ sono nate alcune attività correlate al blog?

“Da lì è nato il mio lavoro. Ovvero consulenza a decine di aziende food a proposito di ricette, video, ricettari e alle volte consulenze di strategie web”.

Su quale social ottiene più riscontro? Ne ha uno prediletto?

“Assolutamente sì. I social sono il primo strumento di interazione e di confronto di vita reale. Instragam è il mio preferito”.

 I blog di cucina sono ormai numerosissimi, come fa ad offrire sempre spunti nuovi al suo pubblico?

“Ho sempre pensato che la marcia in più, in qualunque settore, fosse la propria personalità e il proprio modo di vedere le cose. Io non ho mai voluto essere prima ma ho sempre voluto fare il massimo. E l’ho fatto creando una rete fidelizzata per diffondere con semplicità e immediatezza ricette, ma anche e soprattutto scorci di vita di una ragazza diventata donna e infine mamma”.

Si è ispirata a qualcuno quando ha cominciato?

“Alle ricette di mia madre e al mio primo blog, ‘Io in fila’”.

 Come gestisce i commenti dei suoi ‘seguaci’? Ha una politica di protezione del blog?

“Essendo io un personaggio pubblico è normale che sul web arrivino commenti negativi, molte volte frutto di puro spam. L’importante è la capacità di riconoscerli ed evitarli. Sui miei social io non rimuovo mai nulla purchè siano critiche/commenti educati e non insolenti e maleducati”.

Qual è la ricetta del suo successo? Qualche consiglio per chi vuole aprire un blog?

“Fondamentali massimo impegno, grande costanza, determinazione, piccoli obiettivi da rispettare e quel pizzico di coraggio necessario. Con questo il successo è assicurato. Il mio consiglio è di non accontentarsi e di avere sempre lo stimolo per la novità, la curiosità di imparare e l’umiltà per tenere i pieni ben piantati per terra. Sempre.
Ricevo centinaia di mail di persone pronte a mollare tutto per ricominciare, ma leggo nelle loro parole la voglia di cambiare vita, senza aver prima lavorato su se stesse e sul proprio obiettivo. Non si cambia lavoro perché ci si è stancati dell’attuale occupazione. Si cambia lavoro perché si ha bisogno di stimoli nuovi e si ha voglia di fare e di dare di più, in modo diverso. Con queste premesse, tutti possiamo trasformare le passioni in professioni”.

Giulia Gagliano

#CompassUniBLOG

Annunci

2 pensieri su “Intervista alla food blogger Chiara Maci: “Tutti possiamo trasformare le passioni in professioni”

  1. Pingback: #CompassUniBlog: una panoramica attuale sul mondo dei blog | CompassUnibo blog

  2. Pingback: #CompassUniBLOG: la nostra ricerca | CompassUnibo blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...