Il fantastico mondo del fashion blogging: intervista alle TFB

Premessa: io vivo a Torino e cerco di seguire le ultime tendenze della mia città. Per farlo seguo molto le TFB cioè le Torino Fashion Bloggers: un gruppo di 7 ragazze che ha deciso di fondare un magazine online,  e che ho intervistato per fare un po’di chiarezza sul mondo del fashion blogging. E’ importante sottolineare che il punto di forza del loro magazine è il far coesistere in un unico spazio online il pensiero e la visione di “sette anime pensanti” come loro stesse si definiscono che riescono, probabilmente grazie alle loro diversità, a creare sempre qualcosa di innovativo e assolutamente interessante.

Essere Fashion Blogger vuol dire coniugare la passione per la scrittura e quella per la moda. Secondo voi queste due passioni sono insite in una persona o possono essere coltivate pian piano?

Nessuna di noi è nata con la passione per la scrittura o la moda, letteralmente parlando! Molte di noi volevano fare la paleontologa, la veterinaria e tutt’ altro, anche rispetto a quello che stanno facendo adesso. Dipende dalle influenze, dagli interessi o dagli aspetti della vita che ti colpiscono quando cominci a crescere. Per aprire un blog non è importante essere laureati in lettere o in fashion design. Basta avere una buona capacità nell’esprimere le proprie opinioni e nel trasmetterle agli altri. (Serena Minetto)

E’ possibile guadagnarsi da vivere con un blog?

A quanto pare sì, ci sono blogger di fama mondiale che ne vivono, noi no, per noi è una grande passione, un hobby impegnativo, un secondo lavoro, sicuramente con qualche guadagno, ma di certo non per viverne! (Eleonora). Il magazine è una passione che ci sta portando grandi soddisfazioni: dalla creazione di una capsule collection ai primi articoli sponsorizzati. Se ne vedranno ancora delle belle perché abbiamo appena iniziato a fare sul serio qui a Torino! (Elisa Raimondo).

le torino fashion bloggers al completo

le torino fashion bloggers al completo

Che caratteristiche deve avere un fashion blog per avere visibilità?

Da quando c’è stato il boom, i fashion blog spuntano come funghi, ogni giorno nascono wannabe blogger, per spiccare tra la massa è necessario produrre contenuti di qualità che necessitano tempo e uno sforzo intellettuale. Bisogna toccare tematiche interessanti per il lettore, argomenti nuovi ed essere costantemente aggiornati sui trend e le mode del momento (Gemma Contini).

Quali sono, secondo voi, gli errori più comuni che commette chi apre un blog ed è alle prime armi?

Gli errori più comuni per chi apre un blog sono generalmente la scarsa indicizzazione nel web e l’utilizzo non corretto dei social ad essi correlato. A volte l’entusiasmo fa commettere degli errori! (Chiara Girivetto). Infine il non avere un percorso, un tema, una mission alla base fa sì che i blog possano essere confusi tra di loro, per scarsa personalità. Noi abbiamo creato il magazine perché volevamo una voce chiara e forte sulla nostra città, che amiamo in ogni sua sfumatura e per questo cerchiamo di renderla protagonista in ogni nostro post.(Emily Grosso)

Come organizzate la pubblicazione dei post?

Abbiamo un piano editoriale mensile e turniamo per variare gli argomenti, ma siamo molto democratiche, ci scambiamo senza problema e le ultime novità passano in primo piano rispetto all’argomento evergreen. (Eleonora Gavino)

Da cosa prendete ispirazione per i vostri interventi?

Prendiamo ispirazione da quello che accade intorno a noi. E’ importante avere un filo diretto con la realtà senza perdere di vista che il web non può e non deve essere una realtà parallela, ma solo l’estensione di quella reale, vissuta tutti i giorni. Ad esempio, abbiamo dedicato un’intera settimana alla donna perché, semplicemente, volevamo stare accanto ai lettori per portarli fino all’8 marzo, a festeggiare la festa della donna. Poi vabbé, l’abbiamo anche fatto perchè siamo 7 donne e siamo fiere di esserlo. (Elisa Raimondo)

Come si può essere costantemente aggiornate sugli Eventi a cui partecipate e in base a che criterio scegliete a quali presenziare e a quali no?

Cerchiamo di essere presenti in base ai nostri interessi e ovviamente in base alla disponibilità che abbiamo…molte di noi lavorano e le altre studiano. Non é semplice conciliare il tutto, ma insieme facciamo del nostro meglio. (Giulia Napoli)

Personalmente, seguo il Vostro magazine perchè non è prettamente limitato al fashion ma spazia tra diversi argomenti. Per esempio, la sezione ” Novels”: come nasce? Perchè questo nome?

direttamente dal blog, la sezione novels selezionata tra diverse altre sezioni.

direttamente dal blog, la sezione novels selezionata tra diverse altre sezioni.

La sezione è dedicata a tutto quello che è romanzo. Riusciamo a spaziare con la fantasia, con i racconti romantici sulla nostra città, sul nostro gruppo e su quello che più ci emoziona e ci fa ridere. E’ nato grazie all’idea di voler mantenere le caratteristiche e la passione di due di noi, Emily ed Eleonora, che sui loro blog personali sbrodolano parole come se non ci fosse un domani! Divertente e a volte emozionante anche per le autrici. (Emily Grosso)

Le conoscenze informatiche o di programmazione quanto influiscono sulla buona riuscita di un blog?

Non si tratta tanto di conoscenze informatiche quanto di regole base di blogging. Ormai è necessario avere una minima conoscenza di regole di indicizzazione e SEO per la buona riuscita di un blog. E’ totalmente inutile produrre contenuti interessanti se poi non sono reperibili in rete. Bisogna stare attenti a piccoli accorgimenti che influiscono tanto in fase di ricerca su Google. C’è l’asso nella manica, però! Sono io, Gemma, laureata in informatica e vicina alla laurea specialistica. Mi occupo di stilare regole rigidissime a cui sottostare al fine di apparire tra i primi risultati di Google. Sono disponibile 24/24 per problemi tecnici, drammi in html e pubblicazioni mancate su blog e Facebook. E’ uno sporco lavoro ma qualcuna dovrà pur farlo (Gemma).

Parlando di fashion blogger è impossibile non pensare a Chiara Ferragni: quale ritenete sia il suo punto di forza a cui voi stesse fate riferimento?

Per quanto lo stile di Chiara Ferragni non rispecchi il mio gusto personale, trovo che sia molto brava nel gestire tutti i social e nell’essere sempre un punto di riferimento positivo, il fatto che non tratti tematiche personali o non parli della sua vita privata è un punto a suo favore. E’ molto coerente cosa che non è da tutte. Chiara Ferragni ha un immagine che rispecchia se stessa ed è sempre quella. Lei è un “prodotto” vero e proprio. (Chiara Girivetto)

La vostra etichetta  per Pandàn: Come nasce questa collaborazione? Che emozione si prova a vedere le proprie creazioni addosso a qualcuno?

La collaborazione che ha portato alla creazione della capsule collection #TFBforilgelso nasce un po’ per caso. Siamo state contattate dalla sartoria torinese Il Gelso che ci ha chiesto di collaborare in maniera un po’ particolare: disegnando una nostra mini collezione da vendere da Pandan, l’emporio a conduzione sociale che avevamo già raccontato nella rubrica Places del magazine. Abbiamo deciso di buttarci in questa avventura e abbiamo realizzato tre linee che rispecchiassero il più possibile i nostri stili diversi: una linea più chic (disegnata da Serena, Emily e Gemma), una più minimal (disegnata da Chiara, Eleonora ed Elisa) e una più grunge (disegnata da Giulia e da Elisabeth e Carlotta che adesso non sono più nel gruppo per impegni lavorativi prioritari). Sicuramente vedere realizzate le nostre idee e soprattutto indossati e comprati i nostri capi (con la nostra personale etichetta cucita all’interno) ci ha dato una dose di adrenalina e di carica fortissima che ci permette di continuare a credere in noi e in questo progetto mettendoci impegno, passione e tempo. (Elisa Raimondo)

Le foto sono molto presenti all’interno del Vostro magazine: Perché ritenete che il supporto visivo sia tanto importante?

dal blog torinofashionbloggers.com;  ph Chiara Girivetto, modella Giulia Napoli.

dal blog torinofashionbloggers.com; ph Chiara Girivetto, modella Giulia Napoli.

Per quanto mi riguarda ritengo che le immagini siano fondamentali e la qualità deve essere buona. Per dimostrare la bellezza di un luogo, di un evento o di qualsiasi altra cosa, una serie di foto reali e ben realizzate sono inevitabili. (Giulia Napoli)

Quali progetti avete per il futuro per quanto riguarda il magazine #tfb?

dal blog torinofashionbloggers.com, i consigli ponderati in base al segno zodiacale per un regalo azzeccato.

dal blog torinofashionbloggers.com, i consigli ponderati in base al segno zodiacale per un regalo azzeccato.

Un progetto che stiamo per realizzare è ampliare le rubriche inserendo tech e food e rifare la grafica del magazine (work in progress). Siamo felici del lavoro svolto e come detto precedentemente puntiamo a migliorare sempre. (Eleonora Gavino). Inoltre con il magazine stiamo collaborando insieme ad altre ragazze e blogger torinesi che scrivono una volta al mese come contributors raccontando qualcosa di diverso che non rientra nelle varie rubriche di cui ci occupiamo noi 7. Abbiamo Amrita, di Audrey in Wonderland che parla di bijoux, Simona di La principessa vestita da clown, che ogni primo lunedì del mese ci consiglia con il suo oroscopo fashion e presto amplieremo la rete con una ragazza che ci aprirà le porte del mondo del make-up con post dedicati e video tutorial. Siamo anche alla ricerca di un contributor uomo per parlare di moda maschile: sarebbe davvero un ottimo passo avanti! (Elisa Raimondo)

Silvia Panariti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...