Twitter Italia all’UniBo: il social network presenta #Twitter4Uni, un contest per gli studenti

Lunedì 27 Aprile il nostro corso di studi ha ospitato un evento unico e davvero imperdibile per gli studenti appassionati di social media, nonché preziosa opportunità per tutti coloro che vogliano conoscere e approfondire il mondo del lavoro che sta dietro questo settore.

Stiamo parlando, infatti, dell’incontro con Twitter Italia, realizzato solo in cinque atenei italiani. Un incontro che nelle ore di lezione del docente di Comunicazione e Web Francesco De Nobili, ha dato la possibilità agli studenti di approfondire l’evoluzione del colosso dei social network e di conoscere il contest “#Twitter4Uni”, primo progetto interamente dedicato alle università italiane che da spazio alle idee dei giovani.

È stata nostra ospite Elena Grazi, rappresentante del team di Twitter, dove è responsabile Marketing. La Grazi ci ha accompagnato nel percorso di crescita e di sviluppo del social network, ripercorrendo attraverso i tweet più famosi l’evoluzione di Twitter sin dal suo esordio nel Marzo 2006 e spiegandoci le regole di quello che oggi è chiamato Real Time Marketing.

Oggi si contano infatti più di 500 milioni di tweet al giorno, fatti da 288 milioni di utenti dei quali la grande maggioranza, ovvero l’80%, effettua l’accesso tramite dispositivi mobili, quali tablet e smartphone.
Dietro a questi dati sta il primo fattore di cambiamento: una maggior fruizione dei contenuti via mobile. Oltre ad essere l’Italia il paese che conta il maggior numero di cellulari posseduti, sono ben 110 le volte al giorno in cui “sblocchiamo” i nostri cellulari, questo per farci capire quanto siamo diventati “smartphone-dipendenti”, considerando il mobile come il miglior modo per rimanere sempre aggiornati su ciò che avviene nel mondo in tempo reale.

primo_tweet_regina_elisabetta_mostra_londra_1_gettyDa non sottovalutare l’importanza che sta acquisendo il fenomeno del cosiddetto second screen, ossia la fruizione di un medesimo contenuto che avviene in contemporanea su due dispositivi differenti. Tra le ragioni ricordiamo: la volontà di sapere cosa pensano gli altri (84%), di rimanere aggiornati sulle ultime tendenze (73%) e la ricerca di interazione (71%).

Twitter registra infatti i suoi momenti di maggior utilizzo da parte degli utenti durante quelli che sono i break pubblicitari. Terzo elemento che sottende al cambiamento è una cultura sempre più live, in cui le aziende fanno a gara per sfruttare i momenti più salienti al fine di incrementare le possibilità di retweet, e quindi potenziare il raggiungimento del proprio target.Vediamo dunque come anticipato in precedenza quelle che sono diventate le nuove regole del Marketing, i pilastri del Real Time Marketing che Elena Grazi ci ha elencato durante la sua presentazione.

“The more constraints one imposes, the more one frees one’s self”. Attraverso questa frase Stravinsky ci introduce la prima regola, ossia la necessità di ripensare al linguaggio che usiamo per comunicare, il quale deve essere basato innanzitutto sulla creatività, fattore che va di pari passo con i limiti e gli schemi da rispettare.
Tante sono le pubblicità e gli spot televisivi che devono il loro successo a un’idea fuori luogo, in grado di stupire l’audience, tra cui anche i competitors.
La seconda norma è quella di offrire soluzioni di contenuto nativo che possano essere coinvolgenti, tale fenomeno va sotto il nome di Native Advertising e consiste nel dar luogo ad un messaggio pubblicitario abbastanza confuso e che sembra non aver nulla a che fare con ciò che stiamo consultando, ma che in realtà si fonde con il contenuto stesso ampliandone il significato e catturando l’attenzione del consumatore.

Riuscire ad integrare tutti i canali di comunicazione è la terza regola del Real Time Marketing che anche il brand Coca-Cola ha voluto mettere in scena mediante la cosiddetta Live Tv Integration, protagonista della campagna “#LetsEatTogether”.

Come i tweet ci permettano di prendere decisioni aziendali è evidente dalla possibilità offerta dai 140 caratteri a disposizione di dar spazio ai suggerimenti e alle opinioni degli utenti su come migliorare o modificare un determinato prodotto, le quali consentiranno al marchio di incrementare le vendite.

Penultima regola è quella che vuole insegnare a cogliere i segnali impliciti che arrivano dal consumatore, creando una comunicazione from push to pull che risponda alle sue esigenze. #Pendolari è un termine che ci permette di creare un vasto arcipelago semantico intorno alla parola chiave, valido esempio che ci consente di comprendere meglio il fenomeno. L’ultima norma mette in evidenza il sempre più affermato potere del Live, ovvero l’importanza di dare e ricevere informazioni in tempo reale.

La giornata si è conclusa con la presentazione del progetto #Twitter4Uni che Twitter sta promuovendo nelle Università italiane. Il contest offre la possibilità agli studenti di intraprendere uno stage della durata di 6 mesi presso Twitter Italia (sede a Milano), finalizzato ad acquisire le conoscenze e le competenze delle strategie Marketing messe in pratica dal social network. I requisiti richiesti sono i seguenti:

  • Essere studenti universitari
  • Avere massimo 30 anni di età
  • Possedere un account Twitter personale

A tutti i candidati, individualmente o in gruppi di 5 persone, è richiesta la presentazione in formato pdf di un’idea che illustri un uso di Twitter ai fini business, marketing o service, la quale debba innanzitutto apportare un contributo aziendale strategico, oltre a migliorare un servizio e fare informazione. È necessario caricare il progetto su t.co/twitter4uni entro il 23 Maggio.

La Redazione web Compass ha curato la diretta Periscope e Twitter dell’evento. Per chi non era presente in aula basta cercare “#Twitter4Uni“.

Ringraziamo Elena Grazi di essere stata nostra ospite e della disponibilità a rispondere a tutti i nostri quesiti, dandoci la possibilità di conoscere una realtà così importante come Twitter e di farci conoscere in prima persona grazie al progetto #Twitter4Uni, che speriamo molti di noi non si lascino sfuggire.

Forza ragazzi, twittiamo e partecipiamo numerosi! #GoodLuck !

Alessia Poletti

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...