NetCampus: Matt Cooke ci svela qualche curiosità sugli strumenti di Google

Durante la giornata di formazione NetCampus del 20 aprile alla sede de “il Resto del Carlino” di Bologna è intervenuto Matt Cooke, responsabile in Europa del News Lab di Google. Il titolo della sua presentazione era “Demo sugli strumenti Google per giornalisti”, svelando anche alcuni “Tips&Tricks” sul loro utilizzo. Nel corso dell’evento abbiamo anche avuto la possibilità di fargli un’intervista, che verrà pubblicata prossimamente sul blog. 

Matt Cooke - NewsRoom Tools

Matt Cooke ha iniziato il suo intervento raccontando il suo percorso formativo professionale. Dopo aver terminato gli studi, ha iniziato a rispondere al telefono per la BBC e solo dopo qualche tempo è riuscito a ottenere un lavoro full-time per una tv locale dell’emittente televisiva. Ciò che ha riscontrato maggiormente durante questo periodo iniziale è stata la competitività. In un secondo tempo ha sentito però il bisogno di un cambiamento, ed è proprio per questo che ha lasciato la BBC. Un suo suggerimento è di arricchire le proprie tecniche e i propri strumenti perché nel giornalismo aiutano molto. Ad oggi è entusiasta del lavoro che fa in Google perché nel News Lab si lavora in team e si ha la possibilità di lavorare con giornalisti.

Ecco gli strumenti di Google che ha presentato durante l’evento. Il primo è stato Google Search, “tool” molto utile per i giornalisti perché aiuta sia a trovare nuove storie e sia ad ampliarne altre. Dalla sua nascita nel 1998 sono cambiate molte cose, infatti ora il motore di ricerca permette di ricavare molte più informazioni sull’argomento di interesse. I trucchetti che ci ha mostrato sono:

  • Definition: cercare una parola seguita da “definition” permette di sapere il significato e l’etimologia di ogni parola.
  • Compare: serve per confrontate due cose diverse e si mette all’inizio della ricerca. Per esempio: “compare empire state building and eiffel tower”.
  • Ricerca di voli
  • Ricerca per immagine: trasportando una vostra immagine nel motore di ricerca vi fornirà più informazioni a riguardo, oltre alla qualità e alle dimensioni.
  • Google Public Data: raggruppa tutti i dati pubblici forniti dalle autorità. Permette inoltre di inserire il codice riguardante i dati, su tutti i siti e blog. È specialmente utile quando si scrivono report o articoli molto pieni di dati.
  • Google Trends: dà un idea su cosa cercano le persone sul web, o quanto è interessante una determinata storia per il pubblico e i lettori.

(Purtroppo non tutti sono disponibili per la versione italiana di Google)

Oltre al 1998,come ha spiegato Matt Cooke, un anno molto importante è stato anche il 2005: la nascita di YouTube. Registra un miliardo di nuovi utenti ogni mese, con l’80% di “spettatori” al di fuori degli Stati Uniti d’America. Due anni fa il 6% del traffico su YouTube era mobile, ora è salito al 40%. Inoltre ha più di 5000 partner intorno al mondo, come la CNN, AOL e ITN. Una ricerca su tre riguarda le notizie, infatti molti degli emittenti televisivi possiede un canale, come ad esempio la BBC News. Un metodo di trasmissione delle notizie che più ha successo è invece “Vice News”: i loro filmati sono progettati per un pubblico “on the go”, quindi sempre in movimento, infatti la loro durata va dai 30 ai 60 secondi, riportando le ultime notizie della giornata.

Altro strumento è Google Hangout che consente di iniziare una conversazione via messaggi, voce o in video, si tra solo due persone, che in gruppo. È disponibile sul web già da due, tre anni ed è molto usato anche in politica, specialmente all’estero: nel 2013 è stato infatti utilizzato in Germania da Angela Merkel e nel 2014 in Francia da Anne Hidalgo.

Scoprite qui tutti i Media Tools di Google.

 

Eleonora Schulze Battmann

Advertisements

Un pensiero su “NetCampus: Matt Cooke ci svela qualche curiosità sugli strumenti di Google

  1. Pingback: Intervista a Matt Cooke, responsabile del NewsLab di Google | CompassUnibo blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...