Lo status di studenti/lavoratori: approfondiamo l’argomento

Siamo partiti da un’osservazione; l’alta percentuale di iscritti al Compass che oltre a frequentare l’università ha anche un lavoro. Molti di noi infatti, per mantenersi e per riuscire a pagarsi gli studi cercano di trovare qualche lavoretto qua e là, magari part-time in modo da poter comunque studiare ma senza pesare economicamente sulla famiglia. Ma siamo davvero sicuri che in Italia sia così facile coordinare la vita universitaria e quella di lavoratore?

Abbiamo approfondito l’argomento cercando di capire la situazione attuale nel nostro paese, provando a valutare quali siano le reali agevolazioni a livello legislativo. Abbiamo poi chiesto a tre studenti dell’Alma Mater qual è il loro parere riguardo al tema e qual è stata o com’è ancora la loro esperienza come studenti lavoratori. L’intervista a Eva Franceschini invece ci ha permesso di conoscere la realtà di chi studia e lavora a Londra. Infine abbiamo tirato le somme confrontando lo status di studente/lavoratore in Italia e all’estero attraverso l’esperienza di Silvia Panariti.

 

Studio e lavoro: una panoramica.
A cura di Silvia Panariti

Se è vero che il 73% degli studenti italiani vive ancora a casa con i genitori, è altrettanto vero che, secondo la sesta indagine Eurostudent, gli studenti lavoratori in Italia sono oltre il 40%. Il 7.5% risulta essere immatricolato oltre i 25 anni, il 13% ha un’età compresa tra i 25 e i 29 anni e il 6% è over 30. CONTINUA A LEGGERE →

È possibile conciliare studio e lavoro?
A cura di Antonietta Nardella

In Italia, la quota di studenti universitari impegnati in un lavoro è altissima. Si tratta di lavori part-time,contratti a chiamate, lavori in nero, lavori saltuari, che molto spesso non riescono a far conciliare le ore di studio con quelle di lavoro. Quali sono le ragioni che portano uno studente a cercare lavoro? Tra le più comune è l’aumento delle tasse universitarie, seguita dalla voglia di un’ indipendenza economica, fare esperienza nel mondo del lavoro o la voglia di concedersi un lusso. CONTINUA A LEGGERE →

Intervista a Eva Franceschini: una studentessa/lavoratrice italiana a Londra.
A cura di Licia Franceschini.

Com’è essere studenti/lavoratori in Inghilterra? Vi sono agevolazioni, o notevoli difficoltà nel far combaciare gli impegni lavorativi con i corsi da frequentare e con le ore di studio? Ce lo racconta Eva Franceschini, studentessa iscritta al corso di laurea in Advertising & Marketing presso l’università di Greenwich e barista part-time a Londra. CONTINUA A LEGGERE →

Studenti e Lavoratori: confronti e riflessioni conclusive.
A cura di Sivia Panariti

Parlo da studentessa lavoratrice e da studentessa lavoratrice che ha vissuto a Londra: effettivamente le differenze riscontrate nei due Stati sono molteplici e non ultima è proprio la differenza presente nei rapporti con il manager, soprattutto in caso di studenti lavoratori. CONTINUA A LEGGERE →

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...