Shanghai, la sua essenza cinese e i suoi tratti moderni

Conosciuta e famosa in tutto il mondo, Shanghai è stata da sempre considerata dalle autorità cinesi una sorta di showcase per mostrare la prosperità della Cina, grazie anche allo sviluppo registrato negli ultimi tre decenni. In effetti, alla causa della colonizzazione da parte delle potenze occidentali, la storia del processo di modernizzazione di Shanghai è molto più complessa di quella di altre città dell’Asia orientale, molto più profonda rispetto ad esempi come Tokyo, Seoul e Hong Kong.
In questo articolo, vorrei presentarvi un po’ il volto moderno di questo centro finanziario internazionale e le sue parti ancora “cinesi”. Metto le virgolette sulla parola “cinese” perché il concetto stesso della Cina sta cambiando a un ritmo senza precedenti. Il presente di Shanghai, in un certo senso, è anche il futuro del resto della Cina.
Quando Shanghai godeva della sua reputazione come Parigi Orientale negli anni trenta del secolo scorso, con circa 5 milioni d’abitanti, ad esempio, Seoul ne aveva solamente un milione.

Tuttavia, questa “vecchia” città moderna, se osservata da una prospettiva cinese, è ancora giovane. Essa non aveva ancora acquisto tanta importanza fino all’arrivo dei europei. Situata sul punto più esteso della costa che dà sull’oceano pacifico, la posizione strategica di Shanghai sino ad allora era stata considerata eccentrica e marginale nell’antichità cinese. I cittadini di Shanghai venivano soprattutto dalle zone adiacenti, come Zhejiang e Jiangsu, tradizionalmente ricche e ben sviluppate nella storia cinese.

A causa di tutto ciò, le caratteristiche della gente di questa metropoli, ormai la più popolata in Cina, con più di 15 milioni d’abitanti, si sono formate in un periodo abbastanza breve. Di conseguenza, il temperamento degli Shanghaiesi, se da un lato è stato influenzato dagli europei, dall’altro rimane ancora “cinese allo suo stato puro”.

Città “alla europea” e relazioni interpersonali più moderne

Grattacieli_Shanghai

Credits: Photo by Xiuru Liu

La parte più nota al resto del mondo sono le due rive del fiume Huangpu. Sulla sua riva sinistra c’è Puxi, il centro storico di una volta, come per le città europee. Dall’altra parte c’è il Central Business District di Shanghai, il simbolo dello sviluppo fin dagli anni 80. Gli edifici storici, con accenni allo stile Barocco o Neoclassico, sono le prove della gloria del Financial Hub asiatica grazie alla presenza degli europei.

Paradossalmente, la Pudong, una terra deserta fino agli anni settanta, adesso piena di grattacieli dove ogni giorno circola un flusso di milioni di dollari, mostra anche un gusto molto molto “occidentale” anche se costruita totalmente dai cinesi. Infatti, il modello di sviluppo della Cina insieme alla sua stessa mentalità trasmettono un valore e un’idea di perseguimento ossessivo di una modernità aggressiva, negando il passato della propria identità della Cina stessa.

Nondimeno, Shanghai, in questo cambiamento storico, ha conservato tanti dei suoi beni culturali rispetto ad altre città cinesi della zona continentale. Meravigliatisi anche gli stessi comunisti per la grandezza degli edifici occidentali a Shanghai, hanno confiscato e nazionalizzato quasi tutte le proprietà al titolo europeo e americano e li hanno convertiti in sedi per il funzionamento delle loro istituzioni pubbliche. Fino ad oggi, i turisti possono godere ancora delle diverse “lamine” della storia di Shanghai, visitando i siti risalenti a diverse epoche storiche.

Inevitabilmente, una storia dell’urbanizzazione e occidentalizzazione così lunga ha trasformato in un modo molto radicale la vita quotidiana degli abitanti e molte delle loro convenzioni sociali. Rispetto agli altri cinesi, i Shanghaiesi tendono in generale più a seguire le regole e lo spirito del contatto, uno dei pilastri più importanti della nostra società moderna, si vede più fra questi cittadini ormai già abituati alla vita moderna.

Shanghai_anticaIn realtà, gli stranieri che aspettavano l’ospitalità e il calore “cinese” disperano sempre di fronte alla freddezza della gente a Shanghai. Gli stranieri hanno fanno parte quotidiana della vita di questa città per i secoli e non si sorprende nemmeno una signora anziana se e quando le viene chiesta la via nel suo quartiere.

Mi ricordo ancora quando un’amica siciliana due anni mi confessò di non essersi mai abituata a vedere i cinesi vestirsi, comportarsi e ragionare “come gli europei”. E’ un’osservazione molto interessante dal mio punto di vista. Ma per meglio comprendere la realtà della Cina talmente “infinita”, bisognerebbe capire che non esiste un tipo di cinese “classico”, siamo tanto diversi fra di noi quanto voi europei.

Il mercato del matrimonio a Piazza del Popolo

Mercato_Matrimoni_Piazza_Popolo

Credits: photo by Xiuru Liu

Probabilmente sarete rimasti scioccati una volta letto il titolo. Ma è proprio quello che avete capito leggendo: in questa città esiste ancora una forma di mercato che serve per fare mettere d’accordo i genitori che cercano di trovare gli sposi ideali per i loro figli. La proposta dai genitori, a differenza del passato, non è più coercitiva ma detiene ancora un peso particolare nella selezione degli sposi per i giovani.

La vera spiegazione dietro questo fenomeno è il conflitto fra la vita moderna e la mentalità tradizionale sui matrimoni. Per la generazione dei miei genitori, una trentenne sembra già molto vecchia per sposarsi. Per evitare ad essere “abbandonati”, tanti giovani sono obbligati a prendere blind date con gli sconosciuti del sesso opposto presentati dai proprio genitori. Forse vi state chiedendo perché i giovani shanghaiesi non possono trovare i loro partner da soli. La realtà è che i ragazzi del luogo hanno generalmente un stato sociale più privilegiato rispetto agli altri. Riscontrano molte difficoltà. Non è insolito che i loro genitori vogliono che i loro generi vengano dalla stessa città, dove i cittadini si capiscono meglio fra di loro, data la diversità culturale tra le tante zone della Cina.

Nella foto scattata direttamente da me, si può vedere chiaramente come i genitori mettono le informazioni sui loro figli su pezzi di carta attaccati agli ombrelli. Tra le informazioni date ci sono la professione, la rendita, l’altezza e la condizione economica della famiglia. In corrispondenza, descrivono anche i criteri per la persona di cui sono in cerca: in generale, per gli uomini la condizione economica pare più incisiva mentre per le donne conta molto l’aspetto.

Facendo window shopping in questo mercato interessante, ho visto che tanti di questi giovani hanno background in Europa e in America. Alcuni hanno ottenuto il loro titolo dello studio, altri hanno lavorato nei paesi sviluppati e oggi hanno un ottimo stipendio a Shanghai. Osservando, leggendo, mi sono chiesto come si sentiranno questi ragazzi dopo aver vissuto in occidente per anni mentre i loro genitori trattavano il loro matrimonio in un modo ancora – apparentemente- del secolo scorso.

Xiuru Liu

Advertisements

Un pensiero su “Shanghai, la sua essenza cinese e i suoi tratti moderni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...