Laboratorio Storytelling televisivo: raccontare del cancro per tornare alla vita

Ci presentiamo. Siamo il gruppo di studenti del laboratorio di Storytelling televisivo, un gruppo eterogeneo, veniamo da tutte le parti d’Italia e non solo. Le parole chiave da cui ha preso il via il nostro laboratorio sono raccontare e raccontarsi. L’argomento del racconto è la vita che rinasce dopo il cancro. Con il nostro lavoro portiamo in superficie le storie degli Onconauti, membri dell’omonima associazione; tutte persone che hanno avuto un cancro e ne sono guarite, ma che hanno bisogno di un percorso riabilitativo per tornare alla quotidianità.

A gennaio siamo andati a visitare la sede dell’associazione alla periferia di Bologna e siamo rimasti tutti colpiti dall’energia che abbiamo trovato; non potevamo immaginare che una persona debilitata da un tumore potesse fare tutte le attività che fanno invece gli Onconauti. Oltre al supporto psicologico, medico e nutrizionale, l’associazione offre gratuitamente momenti di yoga terapia e arte terapia con docenti appositi. Abbiamo scoperto che sia lo yoga sia l’arte sono molto utili a livello riabilitativo. Offrono un cammino di aiuto psicologico anche ai familiari attraverso il progetto R.I.D.O.

Vi starete chiedendo come abbiamo fatto a costruire insieme a loro queste storie, quale forma gli abbiamo dato. Per il tramite degli Onconauti collaboriamo con una tv di Imola, si chiama Di.Tv. Il nostro obiettivo è realizzare un format televisivo su questo tema. Ci hanno messo a disposizione 6 puntate delle quali abbiamo dovuto creare la struttura. Al centro delle puntate  ci sono le storie degli Onconauti sotto forma di interviste.

Sì, per certi versi ci siamo anche improvvisati giornalisti, muniti di penna, taccuino e telecamera!

Abbiamo scelto per ogni puntata una tematica, una parola chiave intorno alla quale innestare il racconto. La scelta si è basata sull’esperienza degli Onconauti che abbiamo incontrato. Si comincia con il rapporto con il tempo, il cambia-mente, poi l’arte terapia, lo yoga terapia, le relazioni e infine il raccontarsi.

Nelle interviste con gli Onconauti sono proprio questi gli argomenti che più ci hanno colpiti. Possiamo immaginarci il legame con il tempo anche come il filo rosso che unisce tutti gli altri temi; quando hai avuto il cancro le lancette del tempo cambiano ritmo, infatti, e tutto il resto viene di conseguenza. In una malattia cambiano anche le relazioni con familiari e amici: il cancro diventa un vortice, una calamita, e nel percorso riabilitativo la vittoria più grande sta proprio nel rimettere se stessi al centro. La cosa più bella è che gli Onconauti sono la testimonianza concreta di come tutto ciò sia possibile.

Le parole chiave selezionate sono anche quelle che veicoleranno i nostri contenuti sui social network, in particolare twitter, quindi non vi resta che seguirci a partire da marzo, quando lanceremo gli hashtag.

Stay tuned!

Alice Politano

Annunci

2 pensieri su “Laboratorio Storytelling televisivo: raccontare del cancro per tornare alla vita

  1. Pingback: La Bussola degli Onconauti. In onda da stasera! | CompassUnibo blog

  2. Pingback: La bussola degli Onconauti: Irene e Alice ci raccontano la loro esperienza | CompassUnibo blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...