La mia esperienza Erasmus à Paris

Prima di partire ero assalita da mille domande, mille dubbi, così come la maggior parte delle persone che partono per questa esperienza. Mentre analizzo tutti i pensieri che mi avevano assalito nei mesi prima della partenza mi viene da sorridere, sorrido perché sono seduta sul treno Parigi-Milano che mi riporta a casa dopo 5 mesi, e tutte quelle preoccupazioni mi sembrano così lontane e futili. Raccontare in poche righe la mia esperienza erasmus è davvero difficile, perché l’erasmus non è soltanto un progetto, non è soltanto un’esperienza di studio ma è un’esperienza di vita. IMG_2292(2)Sembra banale dirlo ma è così, in questi mesi ho imparato ad arrangiarmi, a tollerare, a sopportare, a far valere le mie idee, allo stesso tempo mi sono divertita con persone meravigliose, e vissuto in una delle città più belle del mondo.

Ho vinto la borsa per l’università di Parigi-est Creteil, Upec, un polo universitario moderno e a pochi chilometri di distanza da Parigi ma ben collegato dalla linea metrò 8. Dopo una lunga ricerca estiva sono riuscita a trovare su internet un appartamento nel 12° arrondissement parigino, una decina di fermate dall’università. Non posso negarlo, trovare casa è molto difficile, servono diverse garanzie e i prezzi sono alti ma lo Stato francese, tramite il Caf, la Caisse d’allocations familiales, assegna un sussidio agli studenti con contratto regolare, e anche gli erasmus possono ricevere questo tipo di aiuto economico. Ci sono comunque a disposizione diverse residenze per gli studenti, ma è necessario richiederle con largo anticipo.

Le pratiche burocratiche sono complesse, in questo la Francia ha gli stessi problemi dell’Italia, ma non scoraggiatevi, in fondo l’esperienza prevede anche questo, mette subito alla prova te stesso e la lingua. L’Upec offre la possibilità di partecipare ai diversi incontri dedicati agli studenti stranieri, il modo migliore per conoscere nuove persone, soprattutto nei primi giorni.

Il master communication politique et publique en France en Europe è analogo al nostro corso di studi, per questo non ci sono grandi difficoltà nella scelta dei corsi, ma l’organizzazione dell’università e il tipo di studio è molto differente. Quello che mi ha colpito fin dall’inizio è il fatto che le classi fossero al massimo di 30 persone, in questo modo riesci ad instaurare un rapporto con i professori che difficilmente avviene nelle aule universitarie italiane, visto l’alto numero dei ragazzi che partecipano ai corsi. Questo, per quanto possa essere positivo, in particolare per gli studenti stranieri, prevede controllo costante da parte del docente, con esami intermedi per valutare la preparazione. Per conseguire il voto finale ogni corso, oltre agli esami scritti,include una presentazione orale davanti alla classe, questo in lingua francese, prima di partire non avrei mai pensato di poter parlare davanti a tutti e rispondere alle domande in una lingua diversa dall’italiano , ma in erasmus fai anche questo, quello che non avresti mai pensato di fare.

Tutto questo può essere difficile all’inizio, ti trovi in una situazione completamente estranea, lontana dall’indipendenza e dal senso di responsabilità dell’università italiana, a cui eri abituato. Le differenze si ritrovano anche nella quantità e qualità dello studio, e su questo vorrei porre l’accento alla preparazione dell’università italiana, che ho saputo riconoscere come tale dopo questa esperienza. Non dimenticando però la sfera pratica che manca alla nostra università. Nel 2014 Parigi è stata decretata la migliore città universitaria per la grande offerta formativa e l’ambiente multiculturale, ideale per gli studenti. E’ possibile girare la città in bicicletta ed è meraviglioso perché si possono scoprire angoli della ville lumiere lontani dal caos turistico e ci sono quartieri in cui vale la pena di perdersi. Sono consapevole di aver vissuto qualcosa di incredibilmente difficile da spiegare, solo chi l’ha vissuto e lo vivrà potrà veramente comprendere che una parte di te resta lì in quella magica città.

Ludovica Zuccarini

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...