Interviste laureati Compass: Gaia Tomasi ci racconta la sua esperienza

Eccoci con un’altra intervista ai laureati Compass già introdotti nel mondo del lavoro. Questa volta abbiamo intervistato per voi Gaia Tomasi, web & social media specialist già da qualche anno. Nella sua testimonianza ci racconta il suo impatto con il mondo del lavoro e le sue impressioni.


1. Già dall’anno scorso sul blog del Compass stiamo raccogliendo testimonianze da parte di laureati Compass inseriti nel mondo del lavoro. Veniamo a te, per iniziare, vuoi presentarti e raccontarci di cosa ti occupi oggi?
Il mio “titolo” su Linkedin è Web & Social media specialist: mi occupo di comunicazione digitale come libera professionista e seguo progetti on-line prevalentemente per agenzie di comunicazione. Il mio lavoro si svolge tra siti web, per i quali seguo la parte di contenuto, indicizzazione e analisi della performance, e social networks, piattaforme sulle quali sviluppo diverse attività per i clienti. Sono laureata Compass da -ahimè- 7 anni.

2. Quali motivazioni ti avevano spinto a scegliere il Compass?
Ero appassionata in particolare di comunicazione politica e pubblica, così il Compass mi è sembrata la naturale prosecuzione del mio percorso dopo la laurea triennale, su temi che sono sempre stati grandi interessi per me. L’ingresso nel mondo del lavoro mi ha portata a lasciare comunicazione politica e pubblica tra gli interessi, ho cambiato strada!

3. Dopo la laurea Compass quali sono state le tue prime esperienze? Come è stato il tuo primo impatto con il mondo del lavoro?
Ho iniziato a lavorare prima della Laurea, dopo due stage nella comunicazione e organizzazione di eventi: uno di questi stage si è trasformato in un vero e proprio lavoro. Durante il primo anno di Compass sono arrivata alla conclusione che avrei dovuto affrontare il mondo del lavoro il prima possibile, perché vivevo con una certa apprensione la mancanza di esperienze pratiche significative nel campo della comunicazione. Ho cercato di giocare d’anticipo, affrontando prima l’ingresso nel mondo del lavoro per il settore dei miei studi, in modo da avere competenze pratiche già al momento della Laurea.

4. Quali sono le difficoltà – se ci sono state – che hai incontrato nei tuoi primi anni di lavoro?
La mancanza di esperienza è sicuramente una difficoltà, ma tutti si trovano in questa situazione quando iniziano un lavoro, non bisogna farsi abbattere troppo. Lavorare e preparare la tesi è stato molto faticoso ma lo rifarei perché questa scelta ha dato più risultati di quelli che mi aspettavo. I lavori che ho svolto mi hanno permesso di acquisire competenze e creare la mia professione di oggi: sono stata molto fortunata anche perché quando ho iniziato ad occuparmi di web sul lavoro, all’Università questo tema non veniva ancora affrontato.

5. Che consigli daresti ad un laureando Compass che intende intraprendere una carriera simile alla tua?
Le nozioni per diventare un “professionista del web” hanno il vantaggio di poter essere studiate da soli, documentandosi on-line ovunque ci si trovi. Questo ha creato, secondo me, la diffusa convinzione che lavorare in questo campo sia molto simile alla gestione di account personali o del proprio blog. Invece, secondo me, modalità più semplici di studio e avvicinamento a questo settore non devono far dimenticare mai la complessità, la professionalità e la formazione continua.

Un esempio del tutto parziale perché basato solo su esperienze mie e emerse parlando con colleghi, ma credo significativo: oggi è facile vedere “social media” tra le competenze di tanti studenti, neo-laureati o persone più grandi, ma spesso le agenzie che cercano collaboratori per queste attività faticano moltissimo per trovarli.

Consiglio quindi di fare esperienze lavorative vere e proprie quando possibile, oppure di gestire siti e profili social di realtà a voi vicine (la comunicazione della vostra squadra sportiva per esempio! :)) ma facendolo come se queste realtà fossero un vostro cliente e studiando casi simili di buon livello per migliorare sempre di più.

 

Colgo l’occasione per ringraziare nuovamente Gaia Tomasi per il tempo che mi ha dedicato, sperando di aver risposto alle curiosità di qualche studente del Compass che vuole intraprendere la sua stessa strada. 

Eleonora Schulze Battmann

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...