Artcity all over Bologna

Dal 23 al 25 Gennaio 2015 Bologna ha ospitato migliaia di artisti in onore della Terza Edizione di Artefiera, la più antica fiera di arte moderna e contemporanea d’Italia. Il programma, oltre a presentare la fiera d’arte vera e propria, ha proposto Artcity, un nuovo percorso espositivo all’interno del centro storico della città, per inaugurare una sorta di “museo diffuso” con oltre 200 eventi, aperti a tutti gratuitamente, fino a tarda notte.  Noi ci siamo stati e qui proviamo a raccontarvi il nostro tour all’insegna dell’arte. E voi? La mano nera Il panorama culturale è stato abbastanza ricco di eventi entusiasmanti, offrendo un’ampia scelta per soddisfare i gusti di tutti. Nella mia lista degli irrinunciabili c’è stata la mostra “Della mia carne” di Nicola Alessandrini, nella Galleria d’Arte Portanova, 12. La mostra richiamava il passaggio di materia e la trasformazione che essa subisce durante l’atto creativo. Le opere sono state eseguite con grafite su carta, e hanno lasciato a bocca aperta gran parte dei presenti. Non meno notevole è stata “Bianco”, la mostra fotografica di Giovanna Ricotta allestita nell’ex chiesa di Santa Maria degli Angeli. La sede ha avuto un ruolo fondamentale per l’esposizione delle foto, poiché essendo foto bianche, nelle varie gradazioni, il bianco delle pareti e degli spazi performativi hanno creato situazioni senza tempo, quasi un vuoto, per la rappresentazione dei corpi-oggetto, creando una sorta di atmosfera irreale. Per il mio grande amore nei confronti dell’arte urbana non ho potuto fare a meno di osannare il progetto “Second Skin” dello Street artist Zed1 all’interno dello Spazio San Giorgio di arte contemporanea.Second Skin” è un’opera realizzata su speciale carta staccabile. Essa rappresenta il doppio strato di disegno, che solo il tempo, scavando in superficie, potrà “spogliare” l’immagine per regalarci lo scheletro, la struttura portante. Essendo un artista molto conosciuto nell’ambito dell’ “arredo” urbano, l’evento è stato di grande portata soprattutto per video-makers, fotografi, street artist e appassionati dell’ambito.­ Ma la mia particolare attenzione è stata rubata dalla mostra “La mano nera” a cura di Eleonora Frattarolo, svolta in Via d’Azeglio 42, che ha presentato il video-animazione “La mano nera”, l’esposizione di venti frames dal video e una serie di vetri graffiati dal titolo “Exempli gratia”. I disegni molto semplici e in bianco e nero ripercorrevano i dieci anni di ricerca di LEMEH 42, artista di video, wall drawings e animazione, vincitore di importanti premi di video arte in ambito internazionale. Queste descritte sono state solo un piccolo pezzo del puzzle di quel che è stato questo week end a Bologna. Personalmente penso che la gratuità dell’evento abbia fatto riscuotere più successo del previsto, poiché l’arte accessibile a tutti gratuitamente sia un buon catalizzatore per avvicinare adulti, bambini e anziani al mondo della cultura. Infatti, in questa occasione sembra che l’arte abbia agito come un grande aggregatore sociale, più di quanto ci si aspettasse. Per chi non avesse avuto tempo questo scorso week end, sono ancora disponibili molte delle mostre presentate per Artcity, tra cui:

Antonietta Nardella

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...