La Realtà Aumentata: le nuove frontiere tecnologiche e comunicative

La Realtà Aumentata (abbreviata AR, dall’inglese Augmented Reality) è una innovazione degli ultimi anni. Prevede la sovrapposizione di immagini tridimensionali a immagini catturate dal mondo reale.

BolognaBusToGo Yoomee

Un dispositivo, munito di fotocamera, inquadra la realtà e mostra in maniera interattiva come risulterebbe se degli oggetti tridimensionali fossero realmente presenti nello spazio circostante.

I campi di applicazione di questa tecnologia sono moltissimi e negli ultimi anni le aziende stanno richiedendo sempre più l’impiego della AR per esigenze svariate. Questo consente di stilare una vera e propria casistica di impieghi tecnologici, che rivoluzionano in modo definitivo l’interazione uomo-macchina.

Ciò, però, non significa che venga adottata dalla maggior parte delle aziende. È una tecnologia  che ha bisogno di essere diffusa e comunicata nel modo giusto, per farne percepire i reali benefici e vantaggi, non sempre chiari ad un primo approccio.

I benefici della realtà aumentata sono notevoli e riscontrabili sia nel campo della progettazione industriale, sia nell’ambito puramente marketing. In particolare:

riduce i costi della formazione del personale, della progettazione ingegneristica, e della manutenzione;

– permette di prendere decisioni migliori in meno tempo, potendo vagliare le anteprime di varie soluzioni creative;

aumenta la visibilità del brand. Chi decide di applicare una tecnologia così innovativa attira di per sé l’attenzione e deve risultare originale;

– crea nuovi servizi e valore aggiunto sia in ottica B2B che B2C;

riduce gli errori, avendo la possibilità di testare in modo più quantificabile gli effetti potenziali di qualsiasi tipo di intervento (ir)reversibile e costoso, diminuendo anche il tempo di scelta tra le varianti.

I campi di applicazione della realtà aumentata possono essere moltissimi e a occuparsene, nel nostro panorama nazionale, sono in pochi. La tecnologia in questione è all’avanguardia e ancora in pochi hanno tentato uno sviluppo in chiave aumentata della loro offerta.

A Monaco lo scorso ottobre si è tenuto un evento annuale chiamato InsideAR organizzato da Metaio, leader tedesco indiscusso nel campo dell’Augmented Reality. Servendosi dei software elaborati da Metaio, molte aziende tentano di realizzare soluzioni di AR per rispondere a esigenze differenti. Una di queste è la leader del settore in territorio italiano: la bolognese Yoomee. Tre sedi, 28 professionisti e un portfolio ricchissimo e di qualità, che include (tra gli altri) cataloghi, libri, geolocalizzatori, e creatori di sovrapposizioni 3D in spazi reali, il tutto accomunato dal risvolto augmented.

Proprio in occasione dell’evento mondiale, Yoomee ha avuto modo di presentare il suo progetto “Bologna Bus to Go”, un canale AR geolocalizzato da utilizzare nel bacino urbano felsineo. Per poter usare i canali AR, c’è bisogno di installare sul proprio device Junaio, browser della realtà aumentata ideato da Metaio, con un download gratuito eseguibile da tutti gli App Store. Su Junaio è possibile selezionare il canale “Bologna Bus To Go”, realizzato grazie agli open data messi a disposizione da Tper, il servizio dei trasporti urbani di Bologna. Puntando la fotocamera del dispositivo in possesso verso l’ambiente circostante, una sovrapposizione tridimensionale di segnaposti, classici dell’iconografia geolocalizzativa, permette rintracciare dove si trovino le fermate dell’autobus più vicine all’utente, i numeri delle linee, il percorso da fare per raggiungerle, e l’orario del servizio.

In un contesto come questo, la AR può svolgere moltissime funzioni che non investono solo il settore dell’ingegneria, della produzione, dell’automazione, ma anche e soprattutto quelli di cui un utente finale va a beneficiare.

L’integrazione tra 3D e mondo reale è funzionale a diversi scopi, dalla didattica alla cultura, dalla promozione del brand alla comunicazione aziendale.

Un nuovo stimolo per la comunicazione, che in questo campo si trova ad affrontare frontiere nuove e ancora ostiche, da molte prospettive. È tutt’altro che semplice far dialogare area marketing&sales con la  direzione aziendale, sondare nuovi linguaggi per la comunicazione del brand, imprimere una spinta innovativa al marchio, preannunciare la risposta del target finale e comunicare come tutti questi vantaggi siano possibili attraverso una tecnologia così avanzata.

Yoomee ci prova, con successo, rappresentando un baluardo delle applicazioni AR nel contesto nazionale e non solo. Yoomee è un front runner dell’AR in Italia, un orgoglio tutto da sfoggiare.

Per noi comunicatori, grazie ai risvolti innovativi di questa tecnologia, si aprono nuovi territori di sfida, in cui metterci alla prova.

Claudio Ciccotti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...