GGD: network internazionale tutto “rosa”

Girl Geek Dinners (GGD) è un’organizzazione internazionale costituita da donne tecnologiche appassionate del web. Nata a Londra nel 2005 dal genio creativo di Sarah Lamb si è diffusa rapidamente in tutto il mondo con lo scopo di promuovere attraverso il web l’alfabetizzazione digitale dei cittadini.

Fenomeno in continua espansione, dall’Inghilterra, è approdato ben presto anche in Italia dove è possibile trovare tracce delle GGD in tutto lo “stivale”. Basta fare una ricerca on-line nella propria città per scoprire se nel posto dove si risiede è presente uno dei tanti gruppi Girl Geek Dinners.

 

In seguito a una ricerca on-line sul territorio italiano, potete notare che i membri di queste associazioni hanno ciascuno un carattere distintivo e obiettivi ben definiti, ma la matrice comune è organizzare eventi per promuovere la conoscenza di nuove metodologie di lavoro legate al web communication e all’information technology. Inoltre mirano a coinvolgere i cittadini alla scoperta del mondo che sta cambiando introducendoli, facendo talvolta formazione, in quell’agorà virtuale, ora piazza di mercato, dove avvengono scambi di opinioni, idee, servizi e materiali audio-visivi. Questo permette di vedere e osservare ciò che ci circonda da una nuova prospettiva.

 

In Italia, inoltre, queste creative tenaci e curiose hanno saputo reinventarsi in nuove attività, in seguito a un periodo di crisi economica, tuttora presente nel nostro paese, rilanciando la propria figura professionale e ponendola ad esempio per tutte le giovani donne e non solo!

 

Tra le tante iniziative le GGD italiane hanno anche fondato la rivista Girl Geek Dinners Life che affronta tematiche all’avanguardia su tutto ciò che riguarda le tendenze in materia di tecnologia applicata al mondo dell’informazione, gadget, internet e social network (dico materia perché questi argomenti sono oggetto di studio anche presso il nostro corso di studi).

Ora che vi siete fatti un idea su chi sono e di cosa si occupano le GGD conosciamo meglio alcune di loro in questa intervista doppia!

 

Alla prima domanda mi sono data una risposta da sola in quanto era ovvia! Cosa non può mancare nella borsetta di una GGD? Un rossetto? Non pensateci nemmeno! Caso mai un tablet  o uno smartphone, in quanto in ognuno di questi oggetti tecnologici è racchiuso il loro “mondo”. Un ecosistema on e off-line che le GGD di Bologna e Parma condivideranno con voi in questa intervista doppia!

Ambra De Francesco: Definite in breve chi siete e come si organizza il gruppo durante la fase creativa di lavoro

GGD Bologna in azione Foto a cura del gruppo

GGD Bologna in azione
foto GGD Bologna

 

GGD Bologna: Il team GGD Bologna è decisamente eterogeneo: siamo professioniste della comunicazione, grafiche, blogger, informatiche e quindi ogni progetto viene sviluppato a seconda delle skills e delle caratteristiche delle persone coinvolte: basandoci sulla professionalità e sulla predisposizione “naturale” di ognuna di noi, riusciamo a suddividere ogni fase via via che si presenta. Per fare un esempio pratico: c’è chi si occupa della ricerca sponsor degli eventi, chi gestisce la parte amministrativo/finanziaria, chi predispone la programmazione editoriale del nostro blog e dei social network, chi si occupa dei contenuti, chi della grafica, ecc… Ovviamente ci sono momenti di brainstorming collettivo dove ci confrontiamo sulle idee e sulle nuove attività da portare avanti

 

 

GGD Parma all'opera foto GGD Parma

GGD Parma all’opera
foto GGD Parma

GGD Parma: Siamo quattro ragazze che lavorano nel mondo della comunicazione. Un grafico e art director, un addetto ufficio stampa e communication strategist, un creative e digital strategist, un digital pr e social media consultant. Rispettivamente, Valentina Lasagni, Daniela Ravanetti, Eloisa Montevecchi, Luisella Curcio

 

A: Quali benefici avete tratto, ad oggi, nell’esservi associate per costituire il gruppo locale GGD?

GGD Bologna: Il principale motivo che ci ha spinto a costituirci in una associazione di promozione culturale è stato quello di poter lavorare sul territorio con le istituzione e la PA. Grazie a questa scelta abbiamo potuto realizzare corsi di alfabetizzazione digitale di diverso livello con i quartieri di Bologna, con Urban Center e Sala Borsa, ma anche partecipare a bandi come quello della Agenda Digitale di Bologna, che abbiamo vinto, e con il quale abbiamo realizzato lo scorso semestre, un osservatorio digitale di Genere

Inoltre l’essere una associazione costituita ci ha permesso di rafforzare i network territoriali con i quali già collaboravamo (Ad Esempio Working Capital, Kilowatt, Ambasciata e Consolato USA), fruendo di uno scambio reciproco di servizi, location etc, e dando quindi alla città di Bologna un’offerta più interessante e strutturata

 

GGD Parma: I benefici che abbiamo tratto nell’esserci associate sono tanti. Nei nostri incontri ci scambiamo idee e competenze. Con il confronto cresciamo “tecnicamente” e professionalmente. Il più delle volte nascono iniziative e progetti a carattere digitale che rispondono anche ad esigenze “offline”

 

A: Quali caratteristiche, per voi, deve possedere una GGD DoC?

GGD Bologna: Una Geek Girl DoC deve essere prima di tutto curiosa, amare il web le sue infinite possibilità, il digitale e la tecnologia.

Usa la tecnologia come un mezzo per migliorare la sua vita e quella delle persone che la circondano, vede Internet come driver di cultura e di emancipazione. Ama essere aggiornata sulle novità del mondo tech e ha profili, non su tutti i social media ma su quelli che davvero utilizza e aggiorna costantemente.

 

GGD Parma: Un gruppo GGD DoC deve possedere non solo specifiche competenze tecniche, ma soprattutto capacità di fare lavoro di squadra, di lavorare in team scambiandosi competenze e professionalità. Un gruppo GGD deve innescare un movimento dinamico di scambio di idee e digitalizzazione con ricadute positive sia per i partecipanti che per l’intera comunità. Deve essere propositivo, coeso e fungere da punto di riferimento digitale per tutti coloro che vogliono accedervi. Nel gruppo GGD non dimentichiamolo, spesso nascono anche belle amicizie.

 

A: Come si può far parte del gruppo?

GGD Bologna: In realtà è molto semplice, basta partecipare a un nostro evento e proporsi, o in alternativa scriverci e chiedere un incontro conoscitivo con il team. Per sapere quando si svolgono i nostri eventi basta iscriversi alla nostra mailing list sul sito, dalla quale aggiorniamo le nostre associate comunicando mensilmente tutto il calendario in programma.

Quello che cerchiamo nelle ragazze del team è voglia di fare e partecipazione ad attiva organizzate dall’ associazione, con i tempi e i modi che ognuna di noi ha a disposizione, ma con impegno e serietà. In questo modo siamo riuscite a mantenere nel tempo e negli anni il nostro progetto!

 

GGD Parma: Far parte del gruppo è semplicissimo basta partecipare ai nostri eventi o mettersi in contatto con noi collegandosi, per maggiori informazioni, al nostro sito internet

 

A: Oggi parlare di lavoro, in Italia, soprattutto per i giovani è un tasto dolente. Che consigli dareste a un laureato in comunicazione che si appresta a ricercare un lavoro nel settore?

GGD Bologna: Di specializzarsi. La comunicazione è un mondo vasto e variegato, spesso la chiave è concentrarsi su di un aspetto che ci interessa particolarmente e approfondire. A volte possono aiutare corsi, stage e il confronto continuo con persone che fanno il lavoro che si è scelto. Per esempio il nostro mondo quello dei social e del web è per eccellenza un luogo in cui l’aggiornamento continuo è fondamentale, così come fare rete con professionisti validi.

Come sappiamo il mondo del lavoro oggi è in continuo movimento quindi una caratteristica fondamentale è l’adattamento, inteso come capacità di reinventarsi e ripensare il lavoro con parametri nuovi. Da non confondersi con l’improvvisarsi esperti, ma con la capacità di reinvestire competenze in ambiti similari. Quindi l’unico consiglio è essere sempre uptodate, con le antenne ben sintonizzate al cambiamento e alle novità che portano occasioni di crescita continua.

 

GGD Parma: A chi si appresta a lavorare nel mondo della comunicazione consigliamo di affinare al meglio le sue competenze con studio ed aggiornamento costante il tutto condito da una forte dose di umiltà, curiosità, creatività, ma soprattutto CORAGGIO. E’ importante aggregarsi a gruppi e realtà digitali come le girl geek dinners per aumentare i contatti, scambiare competenze ed ampliare il proprio network.

 

A: Spesso organizzate incontri (per lo più cene a tema) per diffondere i vostri ideali, dispensare consigli e informare i partecipanti sui temi a voi cari. Immaginate di trovarvi attorno a una tavola rotonda durante una serata da voi organizzata. Quali sarebbero i due piatti forti che proporreste come temi caldi da affrontare oggi e quali soluzioni proporreste per ciascuno?

GGD Bologna: I temi forti da affrontare sono tanti e le soluzioni da proporre sono molteplici

Di sicuro uno dei temi ricorrenti che è anche uno dei main assets su cui il moviemnto GGD si fonda è la scarsa presenza di donne in ambito tecnologico e scientifico, e la debole valorizzazione delle presenze esistenti. Le risposte che proponiamo sono l’organizzazione di programmi di coinvolgimento delle ragazze verso le materie scientifiche.

Il dogma che i ragazzi devono studiare ingegneria e le ragazze lettere è un pregiudizio ancora culturalmente molto radicato, ed è un fenomeno diffuso a livello mondiale. Come risolverlo? Partiamo dall’educazione dei genitori e delle maestre: spieghiamo che indurre nei bambini la convinzione che il rosa sia per femminucce e l’azzurro sia per i maschietti, tarlo che porterà gli uni a ricevere video games e le atre bambole e pentoline o aspirapolveri giocattolo a Natale e compleanni è superato. Organizziamo eventi che diano una visione completa delle scelte dei percorsi di studio prima che esse siano state compiute. Monitoriamo gli eventi tecnologici in modo da garantire che per ogni relatore uomo ci sia una donna seduta allo stesso tavolo e con le stesse opportunità. Garantiamo alle ragazze le stesse opportunità lasciando libertà di scelta, ma offrendo una scelta consapevole e libera da stereotipi di genere. Organizziamo associazioni scientifiche per le ragazze nelle scuole. A Boston, la nostra presidentessa, Linda Serra, ha conosciuto la presidentessa di Tech School for Girls: sono presenti in tutte le scuole, dalle elementari al liceo, e accompagnano le ragazze in un percorso di presa di coscienza e di formazione che altrimenti sarebbe loro precluso. Questo a nostro avviso è un buon punto di partenza. Le “soluzioni” sono molteplici e applicabili, non è facile, ma nemmeno così difficile, basta iniziare!

 

GGD Parma: I nostri piatti forti? Il valore delle persone, l’etica nel e fuori dal mondo del lavoro e lo sviluppo di competenze altamente professionalizzanti. Non abbiamo risposte e soluzioni. Durante le cene, però, cerchiamo di porre l’attenzione sul valore delle persone, perché non dimentichiamo che dietro i pc non ci sono macchine, ma uomini e donne. L’etica è il nostro piatto forte. Nel mondo del lavoro sempre più disordinato e confuso, competenze altamente professionalizzanti sono fondamentali per introdursi nel mondo del lavoro. In fine invitiamo i lettori alle nostre cene per capire di cosa stiamo parlando ed avere così l’occasione di approfondire le tematiche sopracitate e conoscerci di persona.

 

Ed ora vi è venuta “fame” di sapere e “sete” di conoscenza? Cliccate sul sito delle GGD più vicino a voi, leggete il “menù” e partecipate a un loro evento. Sarete sempre saziati con interessanti novità!

Buon Appetito a tutti!

 

Ambra De Francesco @a_garbled

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...