Internet: un’ordinata anarchia

Oggi Internet ha un ruolo indispensabile nella vita quotidiana, è in aumento sia il numero degli utenti, da 16 milioni a 2,7 miliardi, sia delle pagine web e dei computer connessi alla rete. Come si sono affermate le caratteristiche attuali della rete? Qual è il ruolo di Internet nella vita di tutti i giorni? Per comprendere lo sviluppo della rete è necessario ricostruirne la sua evoluzione. 1392826478471Le storie approfondite fino ad oggi si concentrano su singoli aspetti, è necessario considerare Internet come un sistema nato dalla ricerca militare, universitaria e dalle culture informatiche degli utenti, uno sviluppo non lineare che è maturato nel corso degli ultimi dieci anni. Mercoledì 19 Febbraio, a Bologna, presso il Palazzo Hercolani ne hanno discusso: Tommaso Detti e Giuseppe Lauricella autori del volume “Le Origini di Internet”. Durante il dibattito sono intervenuti: Stefano Cavazza e Roberto Grandi dell’Università di Bologna e Massimiliano Panarari dell’Università di Modena e Reggio Emilia coordinati da Raffaella Baritono.

La Rete delle Reti
Il 1969 è l’anno della nascita e dell’avvio dell’ Advanced Research Projects Agency l’acronimo della prima rete Arpanet progettata durante il periodo della Guerra Fredda per scopi militari statunitensi dal DARPA il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti. I caratteri originali di Arpanet, si sono evoluti e conservati fino ad oggi grazie a favorevoli condizioni politiche, culturali, socio-economiche, hanno dato origine a uno dei maggiori progetti civili di rete globale.
Arpanet è oggi considerata l’embrione dell’attuale rete delle reti: Internet.

Come si comporta la rete rispetto agli altri media?
Se il telegrafo è stato utilizzato prevalentemente dalle istituzioni, il telefono consente di stabilire un contatto paritario tra due soli individui e la televisione è unidirezionale e gerarchica, tutte le macchine e gli utenti che si connettono alla rete hanno pari opportunità: pubblici ugualitari.
Chi è connesso? E soprattutto cosa viene connesso? Sono le domande da porsi quando si vuole pensare alla rete in questi termini, afferma Giuseppe Lauricella, le informazioni che erano riservate alla comunicazione a due o all’interno di gruppi come le mailing list, oggi sono diventate visibili a chiunque grazie ai motori di ricerca.
Roberto Grandi illustra le caratteristiche fondamentali della rete: velocità, bassi costi, tratti individualistici, queste definiscono gli aspetti della globalizzazione di InternetLa rete è uno strumento personale e interattivo, connette tra loro un abbondante numero di individui, riduce le distanze geografiche e i suoi costi sono quasi assenti. Congiunge più persone in uno spazio globale aperto, ha una natura non gerarchica, aperta e individualistica ed è dotata di un modello decisionale flessibile user-oriented.  Tommaso Detti definisce la rete “un’ordinata anarchia”, è lo specchio dei suoi utenti da cui derivano gli attributi della globalizzazione contemporanea.

Rete Come Nuova Comunicazione Sociale
La rete permette di effettuare operazioni commerciali, economiche, di informazione e  ampliare le comunicazioni sociali; da Bg25FihIgAADfgEquando è possibile recuperare notizie e opinioni sul web si è avviata una fase di declino della diffusione di giornali e quotidiani. Internet è un mezzo di produttività personale più che istituzionale, in quanto è una rete distribuita, oggi le informazioni non sono più riservate, è possibile condividere commenti, reazioni, riflessioni tramite i Social e i Blog che consentono lo scambio di immagini, video, pensieri, conoscenze, opinioni: Twitter è considerato il social media che permette la massima partecipazione e semplicità di utilizzo, mentre, la modalità di fruizione più diffusa tra i giovani è Youtube.
Internet ha un ruolo tutt’ altro che marginale nella comunicazione politica, permette ai candidati di avviare non più una comunicazione con i cittadini tradizionale da “uno a molti”, favorisce politiche bidirezionali: l’interattività, il dialogo, il colloquio, e ha inciso in contesti democratici, per esempio, nel Movimento italiano Cinque Stelle di Beppe Grillo.

Network Digitale Distribuito
Nei tradizionali sistemi di comunicazione postale e telegrafica sono lunghi i tempi di attesa di ricezione di un messaggio che si ferma da una stazione all’altra. Baran escogitò un sistema più veloce, sicuro, economico che consente maggiore connettività e trasmissione dei dati veloce e in tempo reale in blocchi di dati standardizzati (bit), rappresentando il passaggio dalla rete analogica a digitale.

Anna Suppa, Studentessa Compass

Annunci

Un pensiero su “Internet: un’ordinata anarchia

  1. Pingback: Internet: un’ordinata anarchia | Mega Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...