Cosa mi metto? Social media marketing nel settore abbigliamento e calzature

Strategie di social media marketing di famosi brand di abbigliamento e siti di e-commerce. In questo articolo analizzeremo le strategie di social media marketing messe in atto dai profili di tre famose aziende internazionali appartenenti al settore dell’abbigliamento e delle calzature: Zara, Bata e Zalando.

Attraverso l’analisi generica del profilo, dei post e dei contenuti multimediali di ognuno di questi profili, cercheremo di delineare le tre strategie di social media marketing attivate dai profili, cercando di capire qual è l’obiettivo iniziale della singola azienda aprendo una pagina social: iscriversi ad una piattaforma social giusto per esserci… o esserci per dare un valore aggiunto ai propri clienti?

Zara
Più di 20 mln e 100 mila mi piace · più di 68 mila persone che ne parlano.
Nel pannello informazioni troviamo: foto, persone a cui piace, eventi, jobs, lookbook, this week.

I contenuti postati da Zara sono generalmente i lookbook delle diverse collezioni, numerose foto dal backstage e spot pubblicitari trasmessi attraverso il canale Youtube. Che dire di questo profilo? Molto basic, quasi in linea con la nuova collezione primaverile 2014. Dopo tutto, come detto nei precedenti articoli, il profilo social è un canale di comunicazione che rappresenta l’azienda ed in quanto tale la rispecchia nei dettagli. Le ragioni per cui questo profilo è così “standard” possono essere molteplici: difficoltà di gestire i follower, pubblico variegato e di diverse nazionalità, brand awareness ampiamente raggiunta o specifica scelta di budget. Il livello di interazione è basso, raramente è il profilo Zara a commentare all’interno dei commenti.

Una videata della pagina Facebook di Zara

Una videata della pagina Facebook di Zara

Ad essere sinceri se fossi il responsabile digital e social media marketing di Zara farei molto di più! Con la potenza di fuoco di un marchio simile è possibile scatenare la fantasia e lanciare contest di ogni tipo, quiz e iniziative di fidelizzazione a non finire… ma Zara ne avrà proprio bisogno? A questi livelli il social media marketing diventa una scelta, si può decidere di esserci e sfruttare a 360° il canale scelto o si può decidere di esserci e basta, riempiendo la propria casellina nel panorama social, postando qualcosa ogni tanto ad intervalli non definiti. Zara ha evidentemente scelto la seconda strada e per un motivo o per l’altro non dimostra di aver impiegato molte risorse nello sviluppare un’adeguata strategia per la pagina Facebook. E’ evidente che il ROI del profilo Facebook di Zara sarà in linea con l’investimento fatto per gestire la pagina stessa, ovvero un ROI basso o comunque non soddisfacente se teniamo presente quante persone seguono Zara.

Bata
Più di 306 mila mi piace · 3052 ne parlano.
Nel pannello informazioni troviamo: foto, persone a cui piace, today I feel, eventi, note, parti con Bata, video.

Più brioso e creativo è il profilo di Bata, marchio di Compar SpA, azienda leader in Italia nel settore delle calzature. Già dando una scorsa veloce ai post si nota che il profilo è gestito con orizzonti molto più ampi rispetto a quelli di Zara. I post sono molto più frequenti: mettono in luce un’interessante strategia di social media marketing e un accurato piano editoriale per coinvolgere gli utenti. Cosa posta esattamente Bata? Alcuni esempi:

  • Prodotto: Bata non si limita a postare una foto del prodotto, ma tende ad accompagnarlo sempre con una frase interessante o una domanda che coinvolga e richiami l’attenzione dell’utente.

prodotto-Bata

  • Engagement – appuntamento settimanale

Museum Monday – Bella l’iniziativa del museum Monday grazie al quale si riporta una foto alla settimana tutti i lunedì di un paio di scarpe appartenuto a epoche diverse e parti del mondo differenti.

Bata-Musuem-Monday

Shoe Tip Friday – I consigli di Bata per conservare nel tempo le nostre scarpe

friday-shoe-tip

Retromercial series – I post con le foto delle più belle pubblicità del passato

retromercial-Bata

Bata è presente in tutto il mondo, ma questo profilo social non si è fatto imbrigliare dall’internazionalità e dai più di 300.000 follower. Grazie ad iniziative molteplici e creative, Bata ha creato il vero valore aggiunto per l’utente del suo profilo Facebook. Cliccare mi piace sul profilo di Bata dà veramente qualcosa in più al cliente che è accompagnato durante la settimana da post semplici, creativi e coinvolgenti.

Inoltre i social media manager del profilo rispondono puntualmente alle svariate domande degli utenti, dimostrando attenzione e premura nei confronti dei propri follower.

Zalando
Più di 350 mila mi piace · 9.280 ne parlano.
Nel pannello informazioni troviamo: foto, newsletter, aiuto, concorso Natale, Pinterest, Twitter, eventi, Zalando community, Google plus, concorso Zalando premium.

Il profilo italiano di Zalando, azienda di e-commerce internazionale, è sicuramente uno tra i più accattivanti nel settore e gode di un vasto seguito: più di 355 mila mi piace.

Com’è giusto che sia per un’azienda di e-commerce, Zalando ha reso la propria pagina Facebook una vetrina importante. I social network sono quasi il naturale proseguimento di un portale di acquisti online e sono canali di comunicazioni impareggiabili per far conoscere e diffondere il brand.

Tutti i post di Zalando Italia sono ovviamente orientati a spingere l’utente a cliccare sul link per arrivare al sito, inserire il codice della carta di credito e completare l’acquisto. Purtroppo per i nostri conti correnti, i social media manager di Zalando Italia sono particolarmente bravi e resistere all’acquisto diventa sempre più difficile. La maggior parte dei contenuti postati dal profilo tengono conto di uno dei fattori più incidenti nell’acquisto online di abbigliamento: il disorientamento. Quante volte ci è capitato di vedere un bel paio di scarpe, una splendida camicetta o una bijou all’ultima moda ed aver pensato… ma con cosa lo abbino? Bè, Zalando ha pensato a tutto e noi non dobbiamo fare altro che cercare la camicetta della nostra misura. Nelle immagini postate infatti vengono mostrati gli abiti con cui comporre un look, mentre nel messaggio del post si elencano i link in cui trovare tutti gli oggetti della foto.

Light-Pink

Uno dei valori aggiunti dei post pubblicati da Zalando è l’attualità: i contenuti sono sempre freschi, in linea con gli interessi dell’utente medio del sito e con gli eventi del momento.

Zalando-Look-Samantha-Carrie

Ma i post di Zalando non si limitano alle immagini dei prodotti in vendita, bensì spaziano anche nell’ironia con l’obiettivo di creare una certa complicità tra i gestori del profili, l’azienda ed i suoi clienti.

Zalando -Citazione 2

Il livello di interazione è sicuramente ottimo poiché Zalando non risponde solamente alla domande o alle critiche degli utenti, bensì commenta insieme ai follower creando ancora una volta intesa e partecipazione.

I tre profili analizzati rappresentano tre alternative valide per la gestione di un account social nell’ambito abbigliamento/calzature. Nessuna è giusta o sbagliata, ma alcune possono essere definite più appropriate e altre meno. Il profilo Zara potrebbe fare molto di più cercando di attivare iniziative che coinvolgano veramente l’utente e che non si limitino a vederlo spettatore come davanti alla televisione. Bata e Zalando invece hanno studiato ed attuato vere strategie che coinvolgono e danno un valore aggiunto all’utente, valorizzando il mi piace regalato dal cliente.

Marianna Forni – studentessa Compass

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...