#Selfie: l’emblema del narcisismo sui social network

“Luca ha postato una foto. 
#me #selfie #portrait
50 mi piace”

Che sia in sia in ascensore o davanti allo specchio del bagno non importa, quello che conta è che la luce e l’espressione siano giuste affinché nella foto appaia il meglio di se stessi. Di cosa sto parlando? Del #selfie, avete presente?

L’Oxford Dictionaries Online, ha nominato il neologismo inglese #selfie parola dell’anno 2013 inserendola come nuovo termine all’interno del vocabolario. Sto parlando delle foto auto-scattate che ritraggono se stessi postate sul web che piacciono tanto a tutti (o quasi) gli utenti del web e che stanno riempendo i social più utilizzati come Instagram e Facebook.
Ma perché piace così tanto condividere immagini di sé?
Nelle prossime righe cercherò di analizzare il perché di questo fenomeno.

monalisa-selfie

Credit photo: http://notable.ca/

Definizione
Fatta indifferentemente da femmine e maschi, si definisce #selfie “una fotografia scattata a se stessi, in genere con uno smartphone che viene condivisa su un social network”. Da queste righe potremmo dire che si tratta di una specie moderna ed evoluta del classico autoscatto alla quale si aggiungono due dimensioni importanti: la dimensione della rappresentazione e della condivisione dell’immagine. Infatti mentre il vecchio autoscatto rimaneva essenzialmente un ritratto privato, il #selfie invece è pubblico poiché postandolo sul web è visibile da un potenziale molto vasto di persone (ilpost.it).

Evoluzione
Ma com’è nata questa attività?
Il successo di questa pratica è il culmine di un percorso che ha visto coinvolti per diversi anni l’autoscatto e insieme a lui, le innovazioni tecnologiche. Scattare immagini di se stessi è un’attività che si diffonde già con le macchine fotografiche analogiche per dar sfogo ad un lato narcisistico dell’individuo oppure più semplicemente, per immortalare ricordi se lo scatto ci ritrae assieme a qualcun’altro, per esempio un amico. L’abitudine di pubblicare fotografie ritraenti se stessi invece, è nata negli anni 2000 con la diffusione dei primi social network come per esempio My Space, con il quale si iniziava a pubblicare le proprie informazioni personali in rete. L’avvento di Facebook, con la sua immagine del profilo ma anche degli smartphone dotati di fotocamera frontale sono stati decisivi per l’affermazione dell’attività di scattare #selfie che oggi conta solo su Instagram 73,925,900 post.

Narcisismo
Anche se questa pratica ha contagiato sia adolescenti che adulti, ovviamente l’attività di scattare #selfie colpisce con gradi diversi gli utenti del web. Ci sono coloro che ne hanno fatto un’abitudine e coloro che invece immortalano se stessi saltuariamente e senza prendersi troppo sul serio. Tuttavia però, parlando in termini generali, l’attività di scattare immagini a se stessi è da sempre collegata alla dimensione narcisistica posseduta dall’individuo, alla ricerca di una gratificazione anche quando l’autoritratto rimaneva un fatto privato.

Il narcisismo è sia un tratto della personalità caratterizzato da un’ammirazione eccessiva di se stessi, delle proprie azioni ma anche un disturbo della personalità che consiste nell’incapacità di provare empatia verso altri individui e un esagerata percezione della propria importanza e idealizzazione del proprio sé, (DSM-VI).
Con l’introduzione dei social network, l’aspetto narcisistico viene accentuato poiché la consapevolezza della condivisione e quindi della pubblicità di ogni #selfie, spingono l’utente davanti alla fotocamera a preoccuparsi della sua apparizione e quindi a scattare e ri-scattare finché non ha ottenuto l’immagine migliore. Da queste considerazioni potremmo dire che all’interno del web si condividono gli autoscatti migliori di sé per la ricerca di gratificazione personale a cui si aggiunge anche quella dell’approvazione altrui espressa attraverso il numero dei “mi piace” ottenuti per ogni autoscatto.

Sindrome da #selfie
Sia per la vastità del fenomeno che per la sua frequenza, si è arrivati a parlare di sindrome da #selfie. A conferma di questo fatto, vi sono numerose ricerche condotte da svariati professori universitari, tutte accomunate dal medesimo risultato: un uso eccessivo dei social network può comportare la tendenza dell’insorgere di diverse patologie psichiche fra cui il narcisismo. Quindi, più le persone utilizzano Facebook più queste presenterebbero atteggiamenti narcisisti.

Il Professor Larry Rosen della California State University, all’interno del suo libro iDisorder un manuale sui disturbi provocati dall’essere always-on con le tecnologie, ha messo in luce come questa sindrome trovi una spiegazione nel narcisismo dilagante. Secondo le ricerche del professore californiano è emerso infatti, che coloro che usano Facebook lo fanno per manovrare la percezione di loro stessi agli occhi degli altri mediante la condivisione di stati, commenti e foto fra le quali il #selfie. Anche Laura Buffardi e W. Keith Campbell dell’Università della Georgia hanno verificato che i narcisisti tendono ad usare i social network per auto-promuoversi ed essere riconosciuti da altri.

Di fronte a quanto scritto finora, potremmo dire che l’attività di postare autoscatti sul web deriverebbe dalla tendenza narcisista di base presente in ogni individuo, accentuata e stimolata dall’uso dei social network e inoltre che condividere immagini di sé piace così tanto agli utenti poiché attraverso di esse si ricerca gratificazione personale e approvazione altrui.

Lulù Beatrice Moccia – studentessa Compass

Fonti:
http://www.ilpost.it/2013/10/21/selfie/
http://www.ninjamarketing.it/2014/01/11/il-narcisismo-e-social/
http://www.globalist.it/Detail_News_Display?ID=53627&typeb=0

 

Advertisements

5 pensieri su “#Selfie: l’emblema del narcisismo sui social network

    • Gentilissimo Filippo Di Mario,
      grazie per aver condiviso un nostro post sul suo blog.
      Confermiamo che può utilizzare i contenuti purché venga citata la fonte con anche il link al nostro blog.
      Riguardo alla possibilità di collaborare con il suo blog, le chiediamo ulteriori informazioni su come eventualmente procedere. La nostra mail è compassunibo@gmail.com
      A presto,
      gli studenti della Redazione

  1. Pingback: #Selfie: l’emblema del narcisismo sui social network | Mega Blog

  2. grazie per il permesso. ho pubblicato un esempio di utilizzo dei vostri contenuti wp.me/p4eJZG-sA. (ovviamente nulla è modificato)
    per partecipare a scrivere dovrei avere il nome utente wordpress per invitarvi

  3. Pingback: #Selfie: l’emblema del narcisismo sui social network | The Mega Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...