Patologia del Colon Retto: percorso con Francesca Fabbri

‘Percorrendo il Colon Retto: Il PDTA Colon Retto, migliorare e sviluppare in modo partecipato un percorso di presa in carico del paziente’ è il tema affrontato nella tesi di laurea di Francesca Fabbri neo-laureata Com.pass.

 pdta-tesi di laurea-FabbriFrancesca si è cimentata nella stesura di un elaborato complesso, ma allo stesso tempo affascinante in quanto ha affrontato un tema poco discusso e per lo più sconosciuto per i non addetti al settore. Grazie alle sue considerazioni presenti nell’abstract della tesi è possibile addentrarsi in una tematica che offre nuovi spunti per accompagnare il degente nell’affrontare il difficile percorso della malattia. Per saperne di più…ecco un’intervista alla dottoressa!

 

L’argomento indagato nella tesi di laurea è molto delicato. Da dove nasce la decisione d’illustrare il percorso di presa in carico del paziente per quanto concerne il Colon Retto? E come mai questo argomento ti ha affascinato a tal punto da realizzarci l’elaborato finale?

La decisione di trattare questo tema l’ho presa in seguito all’esame di Comunicazione e Marketing Sociale, attraverso il quale sono venuta in contatto con il laboratorio dei cittadini per la salute dell’Ausl di Bologna. Quest’ultimo vuole coinvolgere cittadini e operatori sanitari a partecipare per prendere insieme iniziative e decisioni condivise in campo sanitario.

Durante il periodo di frequentazione del laboratorio abbiamo trattato del Percorso diagnostico terapeutico assistenziale del cancro del colon retto. Questa tematica era a me totalmente sconosciuta, ma mi ha da subito affascinata. Il concetto di accompagnare il paziente durante tutta la cura di una malattia, di cui spesso si evita di parlare per imbarazzo, mi è sembrato una buon punto di partenza per una studentessa di comunicazione.

Quale aspetto della tua tesi di laurea ritieni maggiormente rilevane?

L’essere riuscita a riportare l’interazione fra operatori sanitari e cittadini. Lo scambio di informazioni; in particolare nelle prime giornate del laboratorio è stato dinamico e su temi sanitari specialistici e la buona raccolta dei dati e delle testimonianze divenuto materiale preziosissimo per la rielaborazione finale.

Se dovessi racchiudere in una frase il pensiero sul tuo elaborato cosa scriveresti?

La compartecipazione dei protagonisti per alcune scelte, in particolare quelle sanitarie è in generale il modo migliore per riuscire a portarle avanti nel modo giusto e duraturo un azione di cambiamento o miglioramento. Pazienti, cittadini, medici, infermieri e operatori hanno potuto trarre ispirazione e utili insegnamenti da questo lavoro. Da sottolineare anche l’ottima capacità organizzativa del laboratorio, in cui i facilitatori hanno svolto un ruolo fondamentale per la messa in atto futura dell’iniziativa.

Ora che hai raggiunto una tappa importante per poter avviare la tua carriera lavorativa, pensi di incanalare le tue energie e conoscenze nell’ambito sanitario?

Mi piacerebbe molto sfruttare questa mia esperienza di tesi e proseguire nel capo sanitario, curando sia il rapporto con il paziente che quello fra i vari operatori sanitari. Sicuramente il ruolo del comunicatore in campo sanitario come in molti altri settori è ancora sconosciuto o sottovalutato, sarebbe quindi importante sfruttare tirocini o altre offerte per cambiare questa opinione generale.

Ambra De Francesco – Studentessa Com.Pass

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...